Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli puoi leggere la seguente Informativa estesa.

Cinque battute cinematografiche che mi rappresentano



Questo meme è apparso in data 5 gennaio sul blog Plutonia Experiment di Alessandro Girola ed io, manco a dirlo, me ne sono subito innamorato.
Ecco le cinque battute cinematografiche che più mi sono congeniali tra quelle di cui ho ricordo. I file sono tutti in lingua originale, così ho accompagnato le parti di film in lingua inglese con le rispettive traduzioni italiane.

* * *


1) Cos'è Dio?
Steve Buscemi e Ewan McGregor in The Island di Michael Bay (2005)


- Cos'è Dio?
- Sai quando desideri ardentemente qualcosa,
chiudi gli occhi ed esprimi il desiderio?
Bene, quello che ti ignora è Dio.
- Ah. Ecco.

Motivazione: La più veritiera definizione di Dio in cui io mi sia mai imbattuto.

* * *

2) Una nuova arma è stata inventata.
Pier Paolo Pasolini (voce) in La rabbia di Pier Paolo Pasolini (1963)


Motivazione: Una grande voce profetica.

* * *

3) Ora so!
Helen Morse e Vivean Grey in Picnic a Hanging Rock (Peter Weir, 1975)



- Ora so...
- Che cosa sa?
- So che Miranda è un angelo del Botticelli.

Motivazione: When Poets Dreamed of Angels!

* * *

4) La musica... ascolta la musica!
Paul Williams e George Memmoli in Il fantasma del palcoscenico (Brian De Palma, 1974) 



- Eccola.
- Cosa?
- La musica per inaugurare il Paradiso.
Dopo tanti anni finalmente l'ho trovata.
- E con quel poveraccio inauguri il Paradiso?
- No, non lui. La musica. Ascolta la musica!
- E di lui che ne faccio?
- Trova un sistema.

Motivazione: La musica del Paradiso.

* * *

5) Quand'è l'ultima volta che ricorda di avere fatto qualcosa durante il giorno?
Rufus Sewell e William Hurt in Dark City (Alex Proyas, 1998)



- Posso farle una domanda?
Conosce un posto chiamato Shell Beach?
- Sì.
- Sa come arrivarci?
- Sì.
- Me lo dica.
- D'accordo. Basta prendere...
Si va verso...
- Verso dove?
- Mi dia un secondo.
- Non lo ricorda, vero?
Non le sembra strano?
- Hmm?
- Aspetti.
Ne ho una migliore.
Quand'è l'ultima volta che ricorda di avere fatto qualcosa durante il giorno?

Motivazione: La vera grande domanda.

* * *


L'immagine in alto sotto il titolo proviene dal sito Cinema e Psicoanalisi (http://www.cinemaepsicoanalisi.com/).

Commenti

  1. Bellissime! Fra l'altro Dark City lo vorrei vedere, un mio amico me ne aveva parlato ma non lo abbiamo mai visto. Io di citazioni filmiche non ne ho mai raccolte molte, ma ce ne è una a cui tengo particolarmente:

    "Da quel fatale giorno in cui fetidi pezzi di melma fuoriuscirono dalle acque ed urlarono alle fredde stelle: "io sono l'uomo" il nostro grande terrore è stato sempre la conoscenza della nostra mortalità[...]"
    tratta da Frankenstein Junior.

    Un film comico-parodico in cui viene espressa una verità così solenne e sempiterna!

    Ciao Ivano, buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dark City, a parte alcuni momenti un po' caciaroni, lo considero un capolavoro. Soprattutto è una metafora molto riuscita della condizione di tenebra e di dimenticanza di sé in cui versa l'umanità.
      Proprio questo film è forse quello che ho visto più volte in assoluto, insieme ad altri due film di questa lista: Il fantasma del palcoscenico e Picnic a Hanging Rock. Altri due capolavori.
      Grazie del tuo contributo e buona giornata, Alessia :)

      Elimina
    2. L'ho visto Dark City!!! A me è piaciuto anche! Non lo considero un capolavoro ma sicuramente lo trovo riuscito meglio di tantissimi altri titoli dello stesso genere. Ha una forte coerenza interna, non si perde in troppe chiacchiere ed ha il suo alto grado di epicità nello scontro finale fra la volontà di oppressione ed il libero arbitrio! :D Good!

      Elimina
    3. Sai che lo scontro finale l'ho trovato un po' troppo pompato per i miei gusti? Comunque tieni conto che io in genere ai film di azione mi addormento...

      Elimina
  2. Molto simpatico questo post e la scelta delle frasi che ti rappresentano, come stralci di qualcosa di te. Bellissima soprattutto la prima frase :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che nonostante io sia un fanatico del cinema non avevo mai pensato che fosse possibile mostrare stralci di noi stessi attraverso delle battute cinematografiche? Meno male che esistono blogger abbastanza fantasiosi da avere anche di queste uscite 'strampalate' :D

      Elimina
  3. La descrizione di Dio è cinicamente geniale.

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Belle le tue citazioni Ivano...
    In questo momento ame ne viene in mente solo una di un vecchio film, mi pare con Tom Hanks (ma potrei anche sbagliare.... :)))
    "Houston, abbiamo un problema!"
    Ecco questa è quella che in assoluto mi rappresenta di più. Solo che invece di "telefonare" a Houston.....
    Ciaoooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patricia!
      Ma "Houston, abbiamo un problema" non è anche una frase detta realmente? Da un astronauta dell'Apollo 8 o forse 11, mi pare...

      Elimina
    2. Può darsi benissimo! Sai la memoria.....

      Elimina
  5. Carinissimo questo meme! Da quel che ho capito poi tu lavori in questo ambiente, no? (O ho preso una cantonata?) Non ho visto nessuno di questi film, sono sincera. Voglio sicuramente vedere Picnic ad Hanging Rock visto che come sai poco tempo fa ho letto il libro! La prima scena è fantastica! (Ora che ci penso ho visto un film che si chiama The island ma non era questo, c'era Scarlett Johanson e qualcuno tipo Ben Affleck)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carol! No, purtroppo non lavoro in ambiente cinematografico ma nel campo delle traduzioni. Però, come credo tu sappia, da grande voglio fare lo scrittore ;)
      Comunque il film The island di cui parli è proprio quello da cui ho tratto la citazione di questo post.

      Elimina
  6. Io ho una caratteristica strana: non ricordo battute da film, frasi tratte da libri, citazioni in genere. Dovrei segnarle e conservarle.
    Non saprei nemmeno da che parte cominciare per realizzare un post simile, quindi immensa stima! *__*
    Belle tutte, Cos'è dio in primis!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova a pensare alle scene di film che ti hanno colpito e cerca di rivederle... magari all'interno ci sono anche dei dialoghi che al momento ti sfuggono.
      Poi non dirmi che non hai presente almeno questa: "La corazzata Potiomkin è una cagata pazzesca!" ^^

      Elimina
    2. Ehm, sì, ma non ho mai visto Fantozzi :P
      Come un sacco di altri film, ma sto recuperando il lato allegrotto del cinema, o almeno ci provo...

      Elimina
    3. I primi due o tre Fantozzi sono un must ^^

      Elimina
  7. Quella su Dio batte tutti.. e quel film mi manca.. mannaggia li pescetti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franco, benvenuto! Anch'io pensavo da un po' di fare un passaggio dalle tue parti (ma anche da quelle di Ispy per esempio) poi si sovrappongono sempre mille cose :P Cerco di farlo presto comunque.
      Per quanto riguarda il film ti assicuro che è perdibilissimo. Valgono veramente solo i dieci minuti in cui imperversa Steve Buscemi *_*

      Elimina
  8. Mi vergogno di non conoscere nemmeno uno di questi film, sob!
    Bellissimo post, dà un'idea di te veramente profonda e frizzante. :) Credo mi ispirerò a questo post per farne uno anch'io. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il terzo, il quarto e il quinto di questi film sono tra i miei 'super cult'. Li ho visti tutti e tre un numero spaventoso di volte!
      Dai, allora aspetto il tuo post. Sono davvero curioso ^_^

      Elimina

Posta un commento

I tuoi commenti sono l'anima del blog. Il mio grazie se vorrai lasciare una traccia del tuo passaggio.

Post popolari in questo blog

10 serie a fumetti che hanno scandito i miei anni '70

Il libro azzurro della fiaba - I sette libri della fiaba Volume 1

Ivan e Maria (Иван да Марья)

Black & White & Sex Talks

Henry Miller e me - Breve invito a un meme sull'autobiobibliografia

Insieme Raccontiamo 17: Omaggio a Malpertuis

Il meme sull'autobiobibliografia - post di aggiornamento