Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2018
Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli puoi leggere la seguente Informativa estesa.

The Studio Section Six - 1976-79: Gli anni di The Studio /4

Immagine
La relativa libertà guadagnata negli anni di The Studio, fece sì che i nostri favolosi quattro potessero avvicinarsi quanto più possibile alla realizzazione dei loro obiettivi artistici. Per Bernie Wrightson, questo significò innanzitutto lasciare finalmente campo libero a un'ossessione che lo accompagnava fin quasi dall'inizio della sua carriera. Un'ossessione con un nome preciso e da tutti riconoscibile, che lo accompagnava fin dall'infanzia: Frankenstein.
Venni a sapere di Frankenstein per la prima volta quando ancora ero un bambino di quattro o forse cinque anni, un giorno che mia madre mi portò al cinema. Mio padre la sera lavorava, e io e lei, per uscire un po' di casa, andavamo al cinema . Una delle prime esperienze di cui ho memoria è un doppio spettacolo il cui film principale, da vedere con gli occhialini 3-D, era Il mostro della laguna nera. Mi spaventò sul serio. Come secondo film proiettavano una riedizione di House of Frankenstein [Al di là del mistero

The Pleasure of Pain - Speciale Maggio 2018

Immagine
Ho accolto con molto piacere, lo scorso febbraio, l'invito a collaborare alla realizzazione dello speciale a tema che ogni anno, per un intero mese, va in onda sulle pagine del blog The Obsidian Mirror. Come potrete facilmente dedurre, prima dal titolo e poi dall'immagine di apertura di questo post, il tema quest'anno procede su un doppio binario: dell'eros, qui evocato dalla silhouette in primo piano della dominatrice, e dell'horror, chiamato in causa dalla riproduzione della Scatola o Cubo di Lemarchand al centro della saga di Hellraiser. E proprio la ricorrenza, quest'anno, del trentennale del primo film della saga, firmato dal suo creatore letterario Clive Barker, ha fornito a TOM lo spunto di partenza dello speciale. Non si tratterà comunque in alcun modo di un percorso tracciato su due linee parallele, bensì di qualcosa ricco di scambi, incroci e fusioni di generi.
Va inoltre detto che questo speciale rappresenta, finora, un'eccezione alla regola, per …

Il regno di ERB: The Greatest Adventure /4

Immagine
Ho concluso il post precedente con la promessa che saremmo saliti a bordo dello 0-220, diretti verso il polo nord e l’ingresso al mondo sotterraneo di Pellucidar. Voglio però, prima di arrivare a questo, fare ancora un piccolo passo indietro e riprendere un’ultima volta in mano Tanar of Pellucidar, e più precisamente le suggestive pagine del capitolo XIV, intitolato Two Suns (Due soli), in cui David Innes, insieme a quattro suoi compagni d'avventura, scopre l’apertura polare. Le traduco qui con un doppio intento: rivelare come David Innes sia venuto a conoscenza dell’esistenza delle aperture polari, e dimostrare il livello di capacità descrittiva di Edgar Rice Burroughs, che certamente si addossa un compito di scrittura non facile.
La vegetazione boschiva mutava in pini e cedri e comparvero anche radure spazzate dal vento e punteggiate di alberi contorti e scheletrici. L’aria era più fredda di come l’avessero mai conosciuta nella loro terra natia, e quando il vento soffiava da nord…

Il regno di ERB: The Greatest Adventure /3

Immagine
Riprendo qui, dal punto esatto in cui lo avevo interrotto alla fine del precedente post, il dialogo tra il giovane scienziato Jason Gridley e Tarzan, con Gridley che cerca di persuadere l'uomo scimmia a unirsi alla sua spedizione verso il mondo sotterraneo di Pellucidar, allo scopo di liberare David Innes dalla prigionia dei Korsar.
“E lei pensa che sia possibile farlo?” chiese l’uomo scimmia. “E’ convinto dell’esattezza della teoria di Innes che esiste un accesso al mondo interno a ciascuno dei poli?” “Mi sento libero di ammettere che non so a cosa credere” replicò l’americano. “Ma dopo aver ricevuto il messaggio da Perry ho iniziato a investigare e ho scoperto che la teoria di un mondo abitabile al centro della terra a cui conducono delle aperture ai poli nord e sud non è nuova e che vi sono molte prove a suo sostegno. Ho trovato un’esposizione molto dettagliata della teoria in un libro scritto intorno al 1830 e in un’altra opera più recente. Al loro interno ho trovato quelle che …

Il regno di ERB: The Greatest Adventure /2

Immagine
Come forse ricorderete, il post precedente era dedicato quasi per intero a introdurre lo scienziato Jason Gridley, figura di primo piano in The Greatest Adventure, la recentissima serie a fumetti che riporta sulla scena, dopo l'ennesimo intervallo decennale, Meriem, la prima Tarzanide della storia. E ho cominciato dall'inizio, cioè dal romanzo Tanar of Pellucidar di Edgar Rice Burroughs, dove Gridley fa la sua prima apparizione in assoluto, come abitante di Tarzana e vicino di casa di Burroughs che, all'epoca della composizione del romanzo, viveva appunto nella cittadina da lui fondata a nome del suo eroe più famoso. Abbiamo inoltre visto, nella stessa occasione, come sia proprio attraverso la cosiddetta onda di Gridley che Burroughs viene a conoscenza delle vicende che farà poi confluire nelle pagine del suo Tanar of Pellucidar. Il presente post riprende il discorso da dove lo avevo lasciato, ma concentrandosi stavolta sul successivo romanzo del ciclo di Pellucidar, il qua…