Post

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli puoi leggere la seguente Informativa estesa.

The Studio - Section Five: Jones, Kaluta, Wrightson /4

Immagine
Nell'estate dello stesso anno di Abyss, il 1970, esce il primo numero di This is Legend, una fanzine, curata da tale Richard L. Jennings, che vede i nostri tre eroi di nuovo riuniti insieme attorno a un progetto che si rivela ancora una volta privo dei requisiti richiesti per far breccia nel pubblico, a dispetto di una sfavillante introduzione e del ricco menu messo in tavola. Cominciamo dalla prima: Secondo il Webster, “leggenda” significa: 1. una storia o corpo di storie tramandato attraverso le generazioni e vissuto, a livello popolare, come storia vera. 2. un’iscrizione su una moneta. 3. un titolo, codice, ecc. che accompagna un’illustrazione o una mappa. Definisce altresì “mito” come: 1. una storia tradizionale usata per spiegare alcuni fenomeni, usanze ecc. 2. mitologia. 3. una storia, persona o cosa fittizia.
Vorrei aggiungere che un mito è una leggenda e viceversa e qui ci si riferirà a esso col termine leggenda.
La sola menzione della parola “LEGGENDA” evoca sinistre figure …

The Studio - Section Five: Jones, Kaluta e Wrightson /3

Immagine
Ma succedeva anche che, nello stesso tempo in cui i tre artisti erano alle prese con l'esperimento di autopubblicazione di Abyss, un tale Terry Ballantine Bisson, futuro rinomato scrittore di SF e fantasy, proponesse all'editore Robert Sproul l'idea di una rivista sullo stile dei magazine horror della Warren Publishing di Jim Warren. Niente di strano, visto che la specialità della casa editrice fondata nel 1958 da Sproul, la Major Magazines, era appunto quella di creare magazine a imitazione di altri già affermati, di qualsiasi genere: umoristici, romance, western, ecc.
Bisson dimostrò in ogni caso di saperci fare e per il suo neonato Web of Horror arruolò la crème de la crème dei disegnatori e sceneggiatori attivi nel campo del fantastico a fumetti in quel periodo nella Grande Mela, compreso il favoloso quartetto Bruce Jones, Jeff Jones, Mike Kaluta e Berni Wrightson. Il canto di sirena che allettò loro e tutti gli altri, fu soprattutto la prospettiva di poter realizzare …