Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli puoi leggere la seguente Informativa estesa.

Blogger & Blog: La mia intervista a A.H.V. di Sicilianamente




Introduzione


Ximi, l'intraprendente capa della Community Blogger and Blog, ha di recente assegnato a tutti noi iscritti alla Community il compito di intervistare con cinque domande a nostra scelta uno dei nostri blogger preferiti. Dopo breve riflessione, ho deciso di porre le mie domande a Alessia (A.H.V.) del blog Sicilianamente, che ha accolto l'invito con calore e entusiasmo.
A spingermi a questa scelta è stato più di un motivo. Il blog di Alessia è, per cominciare, un one-woman-blog: testi e immagini dipendono interamente da lei, e lei dimostra vero talento sia nell'uso dei pennelli che nell'uso della "penna". Dialogare con Alessia poi, anche solo al livello della blogosfera, è un vero piacere. Siamo convergenti nell'interesse verso taluni temi e lei ha il dono non comune, nei suoi commenti, di riuscire spontanea e allo stesso tempo articolata e precisa. In più, per finire, segue e anche commenta gli episodi della mia blog novel Solve et Coagula, cosa che mi rende sempre immensamente felice. Con queste premesse, avrebbe mai potuto esserci un candidato o una candidata migliore di lei per la mia intervista?


L'intervista


1) Il tuo blog, Sicilianamente, a prima vista rivela due passioni: il disegno e la Sicilia. E’ un’impressione corretta?

Assolutamente sì!
La Sicilia è il luogo in cui vivo ed il blog inizialmente doveva servire per presentare un piccolo percorso di riscoperta partendo da luoghi, sensazioni, impressioni e considerazioni personali su tutto ciò che andavo scoprendo per caso o che già conoscevo e volevo in qualche modo valorizzare, unito anche alla presentazione di qualche lavoretto artistico più tradizionale che stavo da poco imparando, ovvero la pittura delle ceramiche.
Poi però sono accadute delle cose che mi hanno dato di nuovo la possibilità di dedicarmi a ciò che amo sin da quando ero bambina - il disegno - e quindi è stato naturale declinare tutto il mio spazio a questa predominante tendenza personale.
Io adoro la mia terra, adoro tutto ciò che essa storicamente ed intellettualmente, anzi 'poeticamente' significa, adoro i suoi spazi ed i suoi paesaggi, ma adesso faccio sì che questo immaginario così ricco e anche complicato per certi versi diventi cibo per la mente, per gli occhi e per le mani, me ne nutro!

2) Hai progetti in corso e/o obiettivi ben definiti come artista o sperimenti in libertà?

Sinceramente il mio unico obiettivo concreto è andare avanti con il mio studio e affrontare gli scogli che ancora ho davanti.
Come spesso ho ripetuto sul mio blog ho delle carenze tecniche abissali nonostante l'istruzione artistica, quindi mi interessa cercare, capire, fare quello che non so e soprattutto cercare di fare meglio, abbattere i limiti che per anni ho avuto e che ancora sento di avere. Ed al momento ho la fortuna di poter sperimentare in libertà. Io intanto cammino, la strada poi si svelerà pian piano!

3) Ho notato che alcuni tuoi disegni ruotano intorno all’epopea di Gilgamesh, e questa per la mitologia babilonese, come sai, è una passione che abbiamo in comune. Cosa ti attrae di questa storia e dei suoi personaggi?

Leggere l'epopea di Gilgamesh è stata come una magia, mi ha profondamente commossa, mi ha stupita, mi ha straziata. Sebbene la sua forma sia incompleta, mutilata e abbia stilisticamente tutte le caratteristiche di un antico poema epico dentro di essa vi è una verità che non invecchia con il passare dei secoli.
Gilgamesh non è per me la storia di un eroe, di un semidio, ma è la storia di un uomo che diviene Cosciente , nel senso più alto del termine. Paga la sua consapevolezza con il proprio iniziale ed infantile capriccio da onnipotente e la paga con la perdita, la paga con la sofferenza, ma non si arresta: cerca, va avanti, vuole capire e una volta compresa la realtà delle cose, il ciclo della vita, il suo corso, l'equilibrio delle forze, l'indispensabilità dell'istante, l'importanza dell' Imparare, chiamatela anche Illuminazione se vi va, è ancora una volta costretto ad una comprensione ben più grande: questa Coscienza non può appartenere a tutti, non può essere donata a tutti gli uomini. Gilgamesh impara, impara da se stesso, da Enkidu, da Enlil, da quel fatidico momento alla foresta dei Cedri. Ed imparare è difficile, osservare è difficile, comprendere è difficile.
Io amo molto questa figura, come mi ha colpita Ishtar per la sua furia passionale e divina insieme ed il grande Enlil, la cui totale distanza dal mondo degli dei e degli uomini lo rende un personaggio - un dio - indefinibile, forse la più potente figura mitologica che io abbia mai incontrato.

4) Ho visto che una delle tue “regole” è quella di unire figure di stampo realista a sfondi astratti. Il mio pensiero va spontaneamente a Klimt e più in generale all’Art Nouveau. Quali artisti ritieni abbiano influenzato di più il tuo stile, anche solo in modo inconscio?

Sicuramente citando Klimt e l'Art Nouveau fai un bel centro, amo le forme leggere e sinuose del Liberty, prendendo come riferimento principale Alphonse Maria Mucha, e amo la complicazione, la tensione emotiva che gli sa infondere Klimt, quindi lui può essere annoverato fra gli artisti che visivamente più preferisco e che spesso saltano fuori quando disegno.
Credo mi abbiano influenzata moltissimo anche Henri de Tolouse-Lautrec e Paul Gauguin, ho avuto dei periodi letteralmente 'sommersi' da questi due artisti ed il primo la fa ancora da padrone quando lavoro in digitale e voglio rendere un certo tipo di effetto (ovviamente con risultati nemmeno lontanamente paragonabili!). Poi non saprei, io osservo molto e sono curiosa, amo guardare per imparare quindi è facile che inconsciamente si rimescolino delle carte all'atto pratico!

5) Certi tuoi commenti sembrano dei post in miniatura e secondo me rivelano una certa tua predisposizione alla scrittura. Hai mai pensato di scrivere e illustrare una storia? Se dovessi farlo, di che genere sarebbe?

Come recentemente ho avuto modo di dirti, qualche anno fa ho avuto un rapporto abbastanza stretto con la scrittura in forma poetica prevalentemente e soprattutto senza alcuna pretesa letteraria, ero stata invitata a partecipare ad un'associazione culturale web e quindi provavo un po' a comporre qualche riga anche io. Con i racconti ho avuto sempre delle difficoltà, le problematiche relative alla prosa sono molteplici e io non riuscivo a mantenere quella continuità d'intento che dovrebbe essere alla base di una storia, ma nonostante ciò ho provato un paio di volte a scriverne e qualche raccontino brevissimo è venuto fuori.
In uno di questi c'è un personaggio a cui sono molto affezionata, un novizio sacerdote azteco che entra in crisi durante una cerimonia sacrificale (evviva l'allegria!) di cui ho in testa un'immagine piuttosto definita ma non ancora ben a fuoco e se dovessi decidere di illustrare una mia storia partirei da lui, dal mio Yolcatha, lo troverei abbastanza significativo per il percorso fatto fino ad ora e per quello che ha rappresentato in quel preciso momento per me.
Amo e ho scritto anche di atmosfere e personaggi un po' noir e credo che fondamentalmente se mi trovassi a riscrivere una storia ex novo con l'intento di illustrarla al centro di tutto porrei l'introspezione, a dispetto di qualsiasi contesto storico o di genere specifico.

Ringrazio Alessia per avere accettato di rispondere alle mie domande. E a voi che avete letto questa intervista, non resta adesso che completare l'opera accorrendo in massa al suo blog.

* * *


L'immagine in alto nel post è un'opera digitale di Alessia: Enlil God of Weather.

Commenti

  1. Ivano che dire? A parte che ti devo ringraziare per la gentilissima premessa :)))
    L'epopea di Gilgamesh ha appassionato sempre anche a me, Ottimo lavoro Ivano e complimenti ad Alessia, poi torno a contest finito :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Ximi, per l'idea e per l'invito a partecipare :)))
      Sono contento che l'intervista ti sia piaciuta ;)
      Buon lavoro e a presto!

      Elimina
  2. Ahahah! One-woman-blog è bellissimo!! :°D

    Grazie infinite per questo piccolo ma grande regalo che mi hai spontaneamente porto e per il gentile ritratto che hai fatto di me!
    Grazie, grazie e ancora grazie!

    Ovviamente non mi sono ancora riletta nelle risposte perché mi fa strano! :°D
    Domani metto anche io il link a questo post sul mio blog!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E grazie anche a chi ha ideato questa carinissima iniziativa!

      Elimina
    2. Grazie a te, Alessia. La tua risposta su Gilgamesh è da brividi *_*
      E certamente un bel grazie va anche a super Ximi ;D

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie, Nick. Anche se, prima di potermi equiparare al maestro ne ho di strada da fare come intervistatore! ;)

      Elimina
  4. Grandissima intervista e grandissima intervistata^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Miki!
      Grandissima intervistata = grandissima intervista. E' matematico! ;D

      Elimina
    2. = grandissimo intervistatore^^

      Moz-

      Elimina
    3. Allora è vero che la matematica è un'opinione ^_^

      Elimina
  5. Un applauso all'intervistatore e all'intervistata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Applausi assai graditi, Ariano. Grazie ;-)

      Elimina
  6. Bella! Mi è piaciuta molto la semplicità con cui Alessia parla. Non è da tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' anche per questo che l'ho intervistata ;)

      Elimina
  7. Ho conosciuto Alessia tramite il suo blog, Deviantart e Heartstone.
    E' un piacere conoscerla :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto nel blog Marco (o Giorgio?) :-))
      Non so cosa sia Heartstone, ma Deviantart un po' la bazzico anch'io... da semplice ammiratore, ahimè!

      Elimina
  8. Una bella idea questa intervista, bravi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il merito è della grande Ximi! Comunque lo sai già, visto che anche tu sei stato intervistato ;)

      Elimina
  9. Il suo blog mi piace moltissimo. Io sono una capra nei campi in cui lei è una maestra, ma il suo entusiasmo è veramente impressionante e mi piacciono molto i suoi disegni. Questa ragazza è un talento, qualsiasi cosa farà riuscirà ad unire semplicità e preparazione. Grazie per averla intervistata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto Prince (va bene "Prince"?) e grazie a te per l'iscrizione al blog. Quanta gente nuova! Stasera non so se ce la faccio, ma entro domani passo sicuramente a dare un'occhiata a quello che fai nella blogosfera.
      Condivido in pieno il parere su Alessia. Talento, entusiasmo, semplicità e preparazione sono le parole chiave del suo blog e della sua attività creativa in generale.

      Elimina
    2. Prince va bene, anche Johnny se ti va... Come preferisci :)
      Ti aspetto! A presto

      Elimina
  10. Bravissimi Alessia e Ivano ^_^
    L'immagine Enlil God of Weather di A.H.V. è strepitosa *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Glò ;-)
      Visto che meraviglia? *_*

      Elimina
  11. I commenti che Alessia lascia in giro sono davvero dei post in miniatura. Tra l'altro è molto piacevole e motivante, per chi scrive, vedere il frutto del proprio lavoro ripagato da commenti di qualità, che vanno ben oltre le tipiche due righe di circostanza.
    Per quanto riguarda i tuoi disegni, Alessia, forse avrai delle carenze tecniche, ma definirle abissali mi sembra eccessivo, non credi? E poi credo che prima di tutto contino le idee e la voglia di realizzarle. E poi che importa? Nulla riesce al primo tentativo: anche Van Gogh ha disegnato girasoli in quantità industriale prima di esserne soddisfatto (e pure la sua casa di Arles l'abbiamo vista in tutte le salse).
    Bel lavoro Ivano! Non è facile fare un'intervista avendo come limite quello delle 5 domande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie TOM, ma il limite delle 5 domande può essere anche un vantaggio perché ti costringe a concentrarti sull'essenziale ^_^
      Alessia poi ha alcune qualità non voglio dire uniche ma comunque rare nel mondo della blogosfera. E' una vera fortuna che ci abbia intercettati :)

      Elimina

Posta un commento

I tuoi commenti sono l'anima del blog. Il mio grazie se vorrai lasciare una traccia del tuo passaggio.

Post popolari in questo blog

10 serie a fumetti che hanno scandito i miei anni '70

Il libro azzurro della fiaba - I sette libri della fiaba Volume 1

Ivan e Maria (Иван да Марья)

Black & White & Sex Talks

Henry Miller e me - Breve invito a un meme sull'autobiobibliografia

Il meme sull'autobiobibliografia - post di aggiornamento

Vikings S03 E07-10: La presa di Parigi