Questo sito utilizza cookie di Google e di altri provider per erogare servizi e analizzare il traffico. Il tuo indirizzo IP e il tuo agente utente sono condivisi con Google per le metriche su prestazioni e sicurezza, per la qualità del servizio, generare statistiche e rilevare e contrastare abusi. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. Per maggiori dettagli puoi leggere la seguente Informativa estesa.

Liebster Award 2017 - Glorious Edition




Con un po' di ritardo, ma con questo post comincio anch'io a rispondere alle varie nomination che ho ricevuto nel 2017, sperando di ricordarle tutte o di non averne persa qualcuna per strada. Nel caso, sono sempre graditi promemoria e/o avvisi.
Comincio dal classico: il Liebster Award, che mi è stato assegnato in data 14 dicembre dal gentile  blogger de La firma cangiante, storico autore della striscia umoristica Bradi Pit ma anche di tante recensioni a film e serie televisive, libri, fumetti e altro ancora. E' stato un regalo inatteso e per questo vale il doppio, e sempre per questo il succitato blogger si merita almeno un Grazie al quadrato.
Dopodiché, come molti di voi sicuramente già sanno, "il Liebster nasce per far conoscere e apprezzare quei blog meritevoli di menzione che navigano in mari ancora relativamente piccoli (blog sotto i 200 followers)" e ha, come tutti gli Awards, le sue regoluzze da rispettare, che sono poche ma vanno comunque rinverdite, nella memoria nostra e dei nostri affezionati lettori.

1) Ringraziare e rispondere alle 11 domande di chi ti ha premiato;
2) premiare gli 11 blogger meritevoli che non raggiungono i 200 followers;
3) comunicare la vincita agli altri bloggers premiati;
4) proporre ai premiati altre 11 domande.

E poiché ho già ringraziato, nella premessa poco sopra, il generoso elargitore del premio, passo subito a rispondere alle sue undici domande:

1)  Consigliami un libro, in poche parole dimmi perché dovrei leggerlo, se mi convinci me lo segno.

Ovviamente non posso sapere se lo hai già letto, ma provo a dire Dio di illusioni (The Secret History) di Donna Tartt. E' un'opera a cui ho già dedicato, nel mio blog, un articolo in due parti, spero quindi non ti dispiaccia se qui mi limito a ripeterne la trama, prelevata di peso della quarta di copertina della edizione del libro in mio possesso.
In una piccola università del New England, un eletto gruppo di studenti - Bunny, Henry, Francis, Charles e Camilla, sofisticati e intelligenti - segue il corso di greco antico di Julian Morrow. Splendido oratore, esteta raffinato, il professore esercita sugli allievi una forte seduzione spirituale, guidandoli alla scoperta del mondo degli antichi in una sorta di ossessiva ricerca della bellezza. Anche Richard Papen, squattrinato studente californiano con ambizioni intellettuali ne subisce il fascino. Tra intense ore di studio, disquisizioni letterarie, pigri weekend in campagna consumati tra gli stordimenti dell'alcol, dolci abbandoni, sottili giochi d'amore, i legami tra Richard e i suoi cinque compagni si rafforzano. A poco a poco egli scopre il loro segreto: un omicidio involontario commesso in una notte di esaltazione e follia, di vera "estasi dionisiaca". Mentre i colpi di scena si avvicendano, il vertiginoso crescendo delle angosce e dei sensi di colpa che tormentano i protagonisti conduce all'inatteso, sconvolgente finale.

Intrigante, no?

2)  Hai dieci giorni pagati da spendere in una singola città, quale sceglieresti?

Che sia bagnata dal mare è per me imprescindibile. In questo momento credo che sceglierei di trascorrere dieci giorni a Sydney, Australia.

3)  Il Doctor Who ti omaggia di un giro sul Tardis, in che epoca del passato vorresti andare e a vedere quale evento storico?

Do la stessa risposta che ho già dato una volta in passato a questa domanda. Vorrei trovarmi nell'Antico Egitto, all'epoca dell'insediamento del faraone Akhnaten.

4)  Quale pensi sia l'aspetto più importante per passare una giornata serena sul posto di lavoro?

Svolgere una mansione che ti fa star bene svolgere. Non vedo alternative.

5)  Hai mai pensato di trasformare questa passione (il blogging, la scrittura) in una sorta di mestiere?

Con la scrittura ci sto provando, anche se mi prendo i miei tempi. Per il blogging dico solo: "Magari!".

6)  Chi è il tuo ideale di donna/uomo (un nome di un personaggio riconoscibile da tutti, il tuo vicino/a di casa non vale)

Ma lei, caspita! Il più bel fiore che mai sia sbocciato su questo pianeta assediato dai deserti. Forse la Creazione stessa non ha avuto cuore di far appassire tanta bellezza e ha così finito per riservarle un posto nel famoso "club dei 27". Il suo nome? Soledad Miranda. Nata il 9 luglio 1943 e morta, in un incidente stradale, il 18 agosto 1970. E' lei il mio ideale di donna, che vengo ora a presentarvi in una carrellata di undici immagini (ingrandibili) che la ritraggono, tutte tratte dal film Eugenie, del regista, come lei ispanico, Jesús Franco. Avverto che vi troverete anche un po' di nudi, che in questo caso servono a esplicare meglio i miei gusti in fatto di donne.














7)  Voti, stelline, pallini, pollici versi o gaudenti... cosa pensi dei giudizi sintetici su di un'opera?

Mi stanno bene se sono frutto di una valutazione a mente pulita, ma nella maggior parte dei casi mi sembrano appioppati quasi a scatola chiusa, viziati da pregiudizi maturati nel corso della nostra educazione e storia personale.

8)  Per te che ovviamente dedichi diverso tempo al web, quanta importanza ha ancora la carta stampata?

Moltissima. Al punto che neanche dispongo ancora di un lettore e-book e ho tutti libri in cartaceo. E il discorso vale ancor di più per il fumetto: ho decine, o forse centinaia, di migliaia di pagine a fumetti archiviate nel computer, ma percepisco come veramente reale solo la mia (oggi più limitata) collezione in cartaceo.

9)  Disco secco. Un solo titolo. Autore, titolo del disco e anno d'uscita.

Loreena McKennitt, An Ancient Muse, 2006

10)  Nottambulo? A che ora vai a dormire la sera?

Nottambulo proprio no. Sono un animale completamente diurno e che in più, come le lucertole, si ricarica con l'esposizione al sole. Anche per questo cerco l'Estate tutto l'anno.
La sera faccio il possibile per essere già nel mondo dei sogni prima di mezzanotte, ma non sempre ci riesco.

11)  Hai qualche strana fissazione, un gesto che fai spesso, magari un po' fuori dall'ordinario, una mania?
No. Direi di no.

E ora, i miei undici bersagli. Me li vedo là davanti, già tutti allineati. Il mio criterio è stato, in questo caso, quello di nominare gente che non ho mai nominato prima, che ho nominato raramente o che non nomino da molto tempo. Di qui l'assenza di certi "nomi storici" del mio ex blogroll. Ma ho anche fatto il possibile per non nominare persone di cui mi sono accorto che hanno già ricevuto il Liebster.

1) Alessia H.V.
2) Arcani (Marco Lazzara)
3) Caffè letterario (Giulia Pignatelli)
4) Cervello bacato (Davide Storti)
5) I libri di Francesca A. Vanni
6) CineCivetta (Kukuviza)
7) Liberamente Giulia (Giulia Mancini)
8) L'osceno desiderio (Belushi)
9) Massimiliano Riccardi Infinitesimale
10) Opinioni web xyz (Roberto Nicolini)
11) Un blog senza pretese

P.S. Non di tutti i blog che sono solito visitare sono riuscito a verificare l'effettivo numero dei follower. In tal caso, ho cercato di orientarmi in base alla quantità di commenti che ho veduto in calce ai post.


Ed eccomi ora arrivato al difficile. Bersagliare i miei bersagli con undici domande nuove, dopo averne elaborate già decine negli anni passati. Andiam, andiam, andiamo a faticar...

1) L'anno scorso ho chiesto di mettere in ordine di preferenza nove generi letterari. Ora ti chiedo di fare altrettanto con i seguenti nove medium espressivi che butto là in ordine sparso: romanzo, poesia, cinema, fumetto, fotografia, pittura, televisione, musica, illustrazione.

2) Mi permetto di riciclare la domanda 6 di Firma perché a me è piaciuto troppo citare Lei. Spero faccia piacere anche a voi citare il vostro/a Lui/Lei. Se poi pure voi ci mettete le foto, facciamo una bella galleria di tipi ideali.
Dunque: Chi è il tuo ideale di donna/uomo (un nome di un personaggio riconoscibile da tutti, il tuo vicino/a di casa non vale)?

3) Se non avessi intrapreso la strada del blogging a quale altro hobby pensi avresti dedicato l'equivalente del tempo?

4) Col senno di poi... hai scelto la strada giusta nel tuo percorso di istruzione scolastica (superiori, università, specializzazioni) o cambieresti qualcosa? (Nel caso mio, per esempio, tutto).

5) Sei un/una amante della vita sedentaria? Un/una amante della vita nomade? Un sedentario/a costretto/a al nomadismo? O un/una nomade costretto/a alla vita sedentaria?

6)  Domanda strettamente legata alla precedente: Ti senti radicato alla tua terra d'origine o piuttosto un/una apolide?

7) Sempre sulla stessa onda: Il mio amatissimo Rilke (il poeta) diceva che seppure di origine praghese e di cultura tedesca, la sua patria spirituale era la Russia. Tu ti riconosci una patria spirituale?

8) Tendi ad amare di più: La natura? Le cose vecchie/antiche? Le cose moderne? Per la cronaca, si tratta di una divisione in tre tipi di essenze umane (naturale, classica, moderna) appartenente a una particolare scuola psicologica.

9) Ora una domanda facile facile, su qualcosa che pare molto d'attualità: qual è il tuo decennio preferito (da te vissuto direttamente o anche solo per via indiretta)?

10) Collezioni qualcosa (francobolli, farfalle, cartoline, ecc.)?

11) Hai o hai avuto una tua enciclopedia preferita?

Finito. O quasi. Passo adesso ad avvisare i nominati, sperando di trovare ad accogliermi una truppa di volenterosi, o perlomeno di tolleranti.

Commenti

  1. Belle risposte Ivano e belle le nuove domande :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Patricia! Il Liebster Award è la consolazione (o, a scelta, la disgrazia) di quelli che, come me, non hanno molti follower ;-D

      Elimina
  2. Ti ho letto con piacere ed è stata una bella scoperta la tua passione per Soledad Miranda. A questo punto, se non l'hai già fatto, ti consiglio caldamente il romanzo "Tutto quel nero" ("Il Giallo Mondadori" n. 3041, 2011) di Cristiana Astori. Una ragazza che si ritrova a vivere una pericolosa avventura nel malsano mondo dei collezionisti di pellicole, alla ricerca delle ultime misteriose scene girate da Soledad Miranda. Ti assicuro che è una lettura che merita, e per tutto il tempo ho sentito il fantasma di Soledad accanto a me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucio! Sì, conosco la trama del romanzo di Cristiana Astori. Il fatto è che non mi è ancora riuscito di rintracciarlo da nessuna parte, anche se continuo a frugare in giro. A quel che mi risulta, alla Mondadori lo hanno ormai esaurito da un pezzo. Grazie comunque per il promemoria. Intensificherò ancor di più le ricerche ;-)

      Elimina
  3. Davvero fai di tutto per andare a ninna prima di mezzanotte?
    A volte piacerebbe anche a me!
    In effetti la Miranda è molto particolare. Era una bella ragazza.

    Cooomunque, voglio giocare pure io e così rispondo alle tue domande, se non ti dispiace^^
    1) L'anno scorso ho chiesto di mettere in ordine di preferenza nove generi letterari. Ora ti chiedo di fare altrettanto con i seguenti nove medium espressivi che butto là in ordine sparso: romanzo, poesia, cinema, fumetto, fotografia, pittura, televisione, musica, illustrazione.
    Posso solo dirti 1-fumetto 2-cinema 3-televisione 4-musica 5-illustrazione 6-pittura 7-romanzo 8-fotografia 9-poesia che è l'ordine con cui queste arti mi attirano. Ma ovviamente anche l'ultimo posto è per me quasi pari al primo.

    2) Mi permetto di riciclare la domanda 6 di Firma perché a me è piaciuto troppo citare Lei. Spero faccia piacere anche a voi citare il vostro/a Lui/Lei. Se poi pure voi ci mettete le foto, facciamo una bella galleria di tipi ideali.
    Dunque: Chi è il tuo ideale di donna/uomo (un nome di un personaggio riconoscibile da tutti, il tuo vicino/a di casa non vale)?
    Oltre dieci anni fa ti avrei detto Uma Thurman.

    3) Se non avessi intrapreso la strada del blogging a quale altro hobby pensi avresti dedicato l'equivalente del tempo?
    Non so risponderti con precisione, ma di certo avrei scritto le medesime cose. Fanzine? Rivista? Boh :)

    4) Col senno di poi... hai scelto la strada giusta nel tuo percorso di istruzione scolastica (superiori, università, specializzazioni) o cambieresti qualcosa? (Nel caso mio, per esempio, tutto).
    Mai dato troppo peso alla scuola, quindi direi che sono contento così e mi muovo così senza rimpianti, quel che viene viene.

    5) Sei un/una amante della vita sedentaria? Un/una amante della vita nomade? Un sedentario/a costretto/a al nomadismo? O un/una nomade costretto/a alla vita sedentaria?
    Amo passeggiare e stare all'aria aperta, ma amo anche la mia cameretta. Viaggi? pochi ma buoni.

    6) Domanda strettamente legata alla precedente: Ti senti radicato alla tua terra d'origine o piuttosto un/una apolide?
    Radicatissimo. Sono legatissimo alle mie due terre, Puglia e Abruzzo.

    7) Sempre sulla stessa onda: Il mio amatissimo Rilke (il poeta) diceva che seppure di origine praghese e di cultura tedesca, la sua patria spirituale era la Russia. Tu ti riconosci una patria spirituale?
    L'America cafona, ma anche selvaggia, ma anche sognatrice.

    8) Tendi ad amare di più: La natura? Le cose vecchie/antiche? Le cose moderne? Per la cronaca, si tratta di una divisione in tre tipi di essenze umane (naturale, classica, moderna) appartenente a una particolare scuola psicologica.
    Potrei essere un mix tra le tre essenze umane, a seconda di come mi sento. Sono un tipo irrisolto XD

    9) Ora una domanda facile facile, su qualcosa che pare molto d'attualità: qual è il tuo decennio preferito (da te vissuto direttamente o anche solo per via indiretta)?
    1987-1996 :)

    10) Collezioni qualcosa (francobolli, farfalle, cartoline, ecc.)?
    Fumetti, film. In passato -e li ho ancora- tappi di bottiglia, schede telefoniche, sorpresine.

    11) Hai o hai avuto una tua enciclopedia preferita?
    Certo, e presto la vedrete sul blog! Grolier.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che sono contento della tua partecipazione, Miki. Soprattutto perché tu neanche sei nominabile per il Liebster (se si sta alle regole).
      Venendo alle tue risposte, noto una netta prevalenza dei mass-media rispetto alle arti "tradizionali" nella tua personale classifica, il che è qualcosa del tutto coerente con i contenuti del tuo blog.
      Aspetto adesso di sapere della tua enciclopedia. Sai che io da un pezzo ho in mente di realizzare una specie di top ten o top five con le enciclopedie più significative della mia vita? Mi manca però ancora un po' del materiale necessario a fare un lavoro di qualità.
      Grazie del commento e a presto :-)

      Elimina
    2. Io parto dal presupposto che comunque tutto è scritto, tutto ha una fase di scrittura, anche il più infimo dei programmi tv (la tv poi è sempre troppo bistrattata, manco fosse un medium per minorati mentali).
      Poi considera che col fumetto ho imparato a leggere, e nel fumetto c'è quindi sia scrittura che disegno... Poi il cinema, che ha musica, fotografia... :)

      Moz-

      Elimina
  4. Grazie per il Liebster Ivano, interessanti le tue domande, cercherò di rispondere appena possibile ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver accettato. Allora rimango in attesa :-)

      Elimina
  5. Grazie Ivano!!! Cercherò di rispondere 😉intanto ti dico che dalle tue risposte ne é uscito un gran bel post 😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per avere apprezzato il post, Giulia :-) Il Liebster deve essere un piacere non un obbligo, fallo solo se ti va.

      Elimina
  6. Abbiamo già parlato in passato di Soledad Miranda, di solito il termine "Musa" è usato a sproposito, però credo che nessuna più di lei lo meriti.
    Per "Tio" Franco sicuramente lo fu a suo tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo bene, fu in occasione dell'intervista alla Astori. E ricordo anche il breve ma significativo scambio di battute che ebbi proprio con lei :-) Purtroppo, come ho scritto a Lucio, non sono ancora riuscito a trovare il suo libro.
      Musa... Non a caso poi dopo, alla domanda 9, arriva An ancient Muse ;-D
      Soledad, per Franco, fu anche l'antidoto a Romina Power, con cui non fu proprio amore a prima vista. In ogni caso, se anche fosse stata Romina a divenire la sua musa non me ne sarei troppo lamentato ;-D
      Grazie Nick! A presto :)

      Elimina
  7. Beh, chi di sTAGgiata ferisce di sTAGgiata perisce! Ho scansato vari Liebster ma prometto che a questo cercherò di partecipare! Le domande sono impegnative ma interessanti, almeno potrò far conoscere interessi di cui nel blog non ho mai parlato. Grazie quindi per il regalo che proverò ad onorare presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto sopra a Giulia, Roberto, non sentirti obbligato. Se però le domande ti permettono di aprire anche nuove finestre nel blog, perché no?
      Della tua sTAGgiata non mi sono dimenticato ed entro febbraio uscirò con il post apposito. Sebbene ancora non abbia minimamente pensato a cosa scriverci.
      Grazie a te. E a presto rileggerci :-)

      Elimina
  8. Ivano, grazie mille per il graditissimo premio! Le domande sono interessanti, risponderò a esse in maniera kukuvizesca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! E ottimo! Mi aspetto allora kuku-follie ;-)

      Elimina
  9. An ancient muse!!!! Uno dei miei album preferiti della McKennitt!
    Grazie infinite per avermi compresa fra i tuoi nomi, appena possibile risponderò a tutte le domande per altro molto interessanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. An Ancient Muse lo trovo anch'io un album meraviglioso. Beneath a Phrygian Sky, in particolare, mi dà i brividi ogni volta che la ascolto.
      Grazie a te per avere accettato. Attendo il tuo post (con relativa iconografia) :-)

      Elimina
  10. Come sai, non amo granché i meme award, però ho cercato di accontentarti lo stesso rispondendo qui alle tue domande.

    1) L'anno scorso ho chiesto di mettere in ordine di preferenza nove generi letterari. Ora ti chiedo di fare altrettanto con i seguenti nove medium espressivi che butto là in ordine sparso: romanzo, poesia, cinema, fumetto, fotografia, pittura, televisione, musica, illustrazione.
    - Passo, mi dispiace.

    2) Chi è il tuo ideale di donna/uomo?
    - Che te ne pare di Jessica Alba?
    http://www.kinyu-z.net/data/wallpapers/104/1065266.jpg

    3) Se non avessi intrapreso la strada del blogging a quale altro hobby pensi avresti dedicato l'equivalente del tempo?
    - Non considero il blogging un hobby, comunque immagino che avrei letto (ancora) di più e visto un maggior numero di telefilm.

    4) Col senno di poi... hai scelto la strada giusta nel tuo percorso di istruzione scolastica (superiori, università, specializzazioni) o cambieresti qualcosa?
    - È una domanda estremamente complicata e anche piuttosto insidiosa. Giusto o sbagliato rispetto a che cosa? Rispetto ai propri interessi? In questo caso potrei dire che la scelta è stata giusta. Rispetto a un percorso lavorativo? Allora non è certo stata la più oculata. Ma una scelta diversa avrebbe cambiato le cose? Del resto io sono convinto che solo una parte della propria istruzione e cultura provenga da contesti istituzionalizzati, i quali danno le basi e gli strumenti per apprendere. Poi il resto è là fuori e sta a noi.

    5) Sei un/una amante della vita sedentaria? Un/una amante della vita nomade? Un sedentario/a costretto/a al nomadismo? O un/una nomade costretto/a alla vita sedentaria?
    - Detesto dovermi spostare e andare in giro ramingo. Ma se lo devo fare, lo faccio. E se riesco, me lo faccio anche piacere.

    6) Ti senti radicato alla tua terra d'origine o piuttosto un/una apolide?
    - Probabilmente mi ci seppelliranno anche a Moncalieri.

    7) Tu ti riconosci una patria spirituale?
    - Io sono profondamente italiano. Se mi porti fuori dall’Italia, sono come un pesce fuori dall’acqua.

    8) Tendi ad amare di più: La natura? Le cose vecchie/antiche? Le cose moderne?
    - Io do poco valore agli oggetti materiali, quindi direi proprio la natura.

    9) Ora una domanda facile facile, su qualcosa che pare molto d'attualità: qual è il tuo decennio preferito (da te vissuto direttamente o anche solo per via indiretta)?
    - Gli anni Ottanta. Meravigliosi!

    10) Collezioni qualcosa (francobolli, farfalle, cartoline, ecc.)?
    - Ho una collezione di monete e banconote da quand’ero bambino, ma non aggiungo pezzi da forse una decina d’anni. Neanche la guardo mai. Per me il collezionismo maniaco ha in sé qualcosa di perverso.

    11) Hai o hai avuto una tua enciclopedia preferita?
    - No. Perché dovrei averne?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, sinceramente non ricordavo che non apprezzassi i meme award, altrimenti mi sarei certo astenuto dal nominarti. Grazie comunque per aver risposto.
      Jessica Alba ce l'ho presente. Abbastanza lontana dal mio tipo, ma posso lo stesso capire :-)
      Neanche io per la verità considero il blogging un hobby, ma era un modo veloce di dire "qualcosa che non sei pagato a fare" ;-)
      E concordo sulla tua valutazione di "collezionismo maniaco". Io mi reputo un "collezionista", ma considero le mie collezioni un mezzo non un fine. So che quando sarà il momento le abbandonerò a cuor leggero :-)

      Elimina
  11. Ciao Ivano, grazie mille per esserti prestato a rispondere alle mie domande. Intanto una precisazione: io del Bradi Pit sono solo "editore" diciamo, la strip è realizzata dallo zio di mia moglie, Giuseppe Scapigliati, che ha anche un passato di fumettista, ha pubblicato qualcosa su Il Mago all'epoca, su Comix ed è uscito diverse volte sulla Smemoranda.

    La sinossi del libro è molto intrigante, questo me lo segno sul serio. Sidney devo dire che non rientra al momento nei miei desideri, certo potessi andarci in vacanza con la Soledad non sarebbe neanche male :) Comunque complimenti per la scelta, non quella di Sidney, l'altra. Anche la McKennitt è un po' che mi gira in testa, vorrei approfondire, ora lo faccio. Per la situazione "carta" sono sulla tua stessa barca, nessun lettore digitale, un pc e un tablet con tanta bella roba che però non riesco e non ho voglia di leggere. Devo avere ancora la carta in mano.

    Grazie ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero all'oscuro di questi dettagli su "Bradi Pit", sempre stato convinto che fossi tu l'autore. "Il Mago" lo acquistavo ogni mese un tempo, ma ho smesso di comprarlo prima della fine del decennio 1970, mai acquistate invece Comix e Smemoranda.
      Grazie mille a te per avermi coinvolto con domande che mi hanno anche molto interessato. E mi fa piacere sentire che alcune delle mie risposte ti hanno a loro volta ispirato. A presto :-)

      Elimina
  12. Grazie grazie e stragrazie. Nonostante la mia latitanza dal web di questi ultimi tempi ricevo un bel premio da un grande blogger (manco da un po' perché ho problemi di salute difficili da risolvere ma che prima o poi avranno una conclusione). Belle le risposte e ugualmente belle e interessanti le domande. Ti distingui sempre per la ricercatezza e l'eleganza. A presto e grazie ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo nulla dei tuoi problemi di salute... ma del resto mi astengo sempre dall'entrare nella vita privata degli amici blogger e di voi so solo quello che mi arriva attraverso i vostri post. In più la mia frequentazione dei vari social è tutto fuorché assidua. Non mi resta quindi che augurarti di tornare presto tra noi in piena forma, magari fin dal post con le tue risposte al Liebster.
      Grazie mille a te per le belle parole che mi hai dedicato in questo commento. :-))

      Elimina
  13. Ecco che ricompare il Liebster, in grande spolvero direi! Dio di illusioni ha fatto parte delle mie letture del 2017, ed è stato uno dei libri migliori che abbia letto, se non il migliore. Grazie a te di avermelo consigliato! Per quanto riguarda le domande proposte agli undici fortunati - so che uno in particolare sta facendo salti di gioia! - mi piacerebbe proprio rispondere, ma ci devo pensare. Caso mai ripasso... quando ti trovo in casa? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è giustappunto la "Glorious Edition" del meme, Cristina ;-D
      Non ricordavo il dettaglio di "Dio di illusioni". Forse non ne hai mai parlato nel blog?
      Addirittura c'è qualcuno che fa i salti di gioia...? Altri, in compenso, mi prenderebbero a pedate ;-) Se vuoi rispondere, naturalmente, sei la benvenuta.
      Grazie mille e a presto rileggerci!

      Elimina
  14. E scopriamo un altro po' di altarini ;-)
    Anch'io sono un animale diurno e amo il sole, tranne quando devo scrivere: in quel caso devo stare al chiuso, non riesco a essere uno scrittore "en plein air".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh, con me gli altarini non mancano mai...
      Sulla scrittura, concordo, anch'io devo essere rigorosamente al chiuso. Mentre, viceversa, riesco a godermi veramente la lettura di un libro solo nelle sere estive, seduto all'aperto sulla mia panchina preferita... immagino saprai che tutti noi vecchietti abbiamo una nostra panchina preferita ;-D
      Grazie Ariano e a presto!

      Elimina
  15. Fa sempre piacere vedere premiati i meritevoli di tutto 'sto sbattimento alla tastiera! Anche se un Liebester o come diamine si scrive. Se posso permettermi, ha un ottimo "gusto" in fatto di bellezza femminile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei il benvenuto, Red. Anzi, adesso che ho omaggiato lei, e le perle nere dei suoi occhi, posso anche finalmente chiudere il blog. Scherzi a parte, ti ringrazio molto per il commento. E per quel "meritevoli"... sebbene, va detto, un po' ambiguo sull'effettivo destinatario: io o gli undici che ho premiato a mia volta? ;-)

      Elimina
  16. Finalmente delle domande diverse dal solito. Me lo sono proprio letto volentieri questo post sul Liebster che solitamente mi annoiano. Riesco a passare solo adesso nonostante siamo nel 2018 ormai da un mese, ma non rinuncio a farti gli auguri per un 2018 importante :)
    Ciao Ivano, e complimenti per il premio.

    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i complimenti e per essere passata, Marina. Per quel che riguarda il 2018, il mio sarà, come quello di tutti, così come qualcuno là in alto ha deciso che sia. Per il resto, mi fa piacere leggerti e sapere di non averti annoiata, neanche con il famigerato Listerine Award. Ancora grazie e a presto!

      Elimina
  17. Rieccomi con le risposte alle domande, come promesso!

    1) L'anno scorso ho chiesto di mettere in ordine di preferenza nove generi letterari. Ora ti chiedo di fare altrettanto con i seguenti nove medium espressivi che butto là in ordine sparso: romanzo, poesia, cinema, fumetto, fotografia, pittura, televisione, musica, illustrazione.

    Dal più importante al meno importante (so che sarà un colpo al cuore per te): romanzo, cinema, pittura, poesia, musica, televisione, illustrazione, fumetto

    2) Mi permetto di riciclare la domanda 6 di Firma perché a me è piaciuto troppo citare Lei. Spero faccia piacere anche a voi citare il vostro/a Lui/Lei. Se poi pure voi ci mettete le foto, facciamo una bella galleria di tipi ideali. Dunque: Chi è il tuo ideale di donna/uomo (un nome di un personaggio riconoscibile da tutti, il tuo vicino/a di casa non vale)?

    Il mio ideale di uomo è Chris Hemsworth, spero che sia anche intelligente però!

    3) Se non avessi intrapreso la strada del blogging a quale altro hobby pensi avresti dedicato l'equivalente del tempo?

    Penso la pittura, mi piace molto dipingere e disegnare anche se non ho molto tempo.

    4) Col senno di poi... hai scelto la strada giusta nel tuo percorso di istruzione scolastica (superiori, università, specializzazioni) o cambieresti qualcosa? (Nel caso mio, per esempio, tutto).

    Dato che avevo il terrore di dover andare a insegnare, non rimpiango di non aver frequentato l’università all’epoca. Mi diverto molto di più ora, invece! E il lavoro che faccio mi piace.

    5) Sei un/una amante della vita sedentaria? Un/una amante della vita nomade? Un sedentario/a costretto/a al nomadismo? O un/una nomade costretto/a alla vita sedentaria?

    Direi una nomade costretta alla vita sedentaria, che progressivamente si sta trasformando in una specie di gatto di marmo causa immobilità forzata.

    6) Domanda strettamente legata alla precedente: Ti senti radicato alla tua terra d'origine o piuttosto un/una apolide?

    Direi che mi sento legata all’Europa, mi sono sentita bene dovunque sia andata, proprio a casa mia.

    7) Sempre sulla stessa onda: Il mio amatissimo Rilke (il poeta) diceva che seppure di origine praghese e di cultura tedesca, la sua patria spirituale era la Russia. Tu ti riconosci una patria spirituale?

    Beh, non è un mistero che la mia patria spirituale sia la Francia.

    8) Tendi ad amare di più: La natura? Le cose vecchie/antiche? Le cose moderne? Per la cronaca, si tratta di una divisione in tre tipi di essenze umane (naturale, classica, moderna) appartenente a una particolare scuola psicologica.

    Senz’altro le cose vecchie/antiche. Mio figlio mi dice che amo i “sassi vecchi”.

    9) Ora una domanda facile facile, su qualcosa che pare molto d'attualità: qual è il tuo decennio preferito (da te vissuto direttamente o anche solo per via indiretta)?

    Deve essere un decennio di epoca contemporanea, immagino. Se è così, gli anni ’90. Se invece posso scegliere di andare all’indietro, il decennio che chiude il 1700.

    10) Collezioni qualcosa (francobolli, farfalle, cartoline, ecc.)?

    Mmm… sì, collezioni magneti , ma solo dei posti (città, ecc.). Infatti i miei amici sanno che quando vanno a visitare un nuovo posto, è gradito portarmi un magnete. Anche se sono brutti o dozzinali non importa.

    11) Hai o hai avuto una tua enciclopedia preferita?

    Sì, ne avevo una da ragazzina ma non era I Quindici. Purtroppo non mi ricordo come si chiamava, aveva delle illustrazioni bellissime, specialmente sui capitoli storici, dove erano tutti biondi con gli occhi azzurri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver partecipato, Cristina. Devo dire che ho trovato tutte le risposte molto coerenti con quel che di te trapela dal blog. In quanto al colpo al cuore non c'è stato, perché credo che la tua classifica sia il frutto di un ordine per predilezioni, senza nessuna venatura di disprezzo implicita... almeno immagino sia così :-)

      Elimina
    2. Ciao, Ivano! No, assolutamente non c'è disprezzo per il fumetto, che considero a buon diritto un'autentica forma d'arte. Anche la cucina è una forma d'arte, ad esempio. Però, appunto, preferirei portare con me un bel romanzo, oppure un ottimo film, sulla classica isola deserta. :)

      Elimina
  18. Se la prima volta era inaspettata, questa tua seconda citazione mi coglie proprio di sorpresa. Grazie mille, apprezzo molto, anche per il fatto che non commento quasi mai, non per spocchia o chi sa cosa, ma semplicemente perché ogni tanto mi allontano dalla blogosfera. Un grande saluto, Ivano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sospettavo fortemente che ti prendessi delle lunghe pause dalla blogosfera, Belushi. Pratica sana e giusta, che ho cominciato a praticare anch'io. Comunque, se decidi di partecipare al Liebster mi fa molto piacere. Grazie a te e a presto :-)

      Elimina

Posta un commento

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Gli utenti possono eliminare i commenti che hanno inserito. A una eliminazione definitiva provvederà direttamente l'amministratore del sito nel minor tempo possibile. Gli estremi dell'account saranno memorizzati per facilitare commenti successivi.

Post popolari in questo blog

10 serie a fumetti che hanno scandito i miei anni '70

Il libro azzurro della fiaba - I sette libri della fiaba Volume 1

Vikings S03 E07-10: La presa di Parigi

Non ho dimenticato... Alessandro Momo (parte 2 di 2)

Non ho dimenticato... Alessandro Momo (parte 1 di 2)

Ivan e Maria (Иван да Марья)

Black & White & Sex Talks