Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli puoi leggere la seguente Informativa estesa.

Il grande libro della geologia di Ivano Landi (presentazione)





Il grande libro della geologia 
Con illustrazioni in bianco e nero e a colori
Autore: Ivano Landi
Casa editrice: Ediacara Edizioni
Anno di pubblicazione: 2008
Pagine: 256 in carta patinata
Formato: 30,5 X 24,5 cm.
Legatura: Copertina rigida con sovracoperta plastificata
Disponibilità: Fuori catalogo


Il grande libro della geologia è stato concepito come un testo di divulgazione scientifica, riccamente illustrato e scritto in un linguaggio chiaro ma rigoroso da uno dei massimi esperti italiani in materia.
Purtroppo l'incendio, dall'origine forse dolosa, che portò nel 2008 alla distruzione del magazzino della Ediacara Edizioni con tutti i volumi che vi erano conservati, compresa l'intera tiratura del Grande libro della geologia, ne impedì a suo tempo la distribuzione nelle librerie.
Rimangono, a memoria imperitura dell'opera, una parte delle bozze di preparazione, miracolosamente ritrovate nell'archivio della ex casa editrice, che possono però restituire solo una pallida idea del contenuto dell'opera nella versione definitiva.
Il blog Ivano Landi è tuttavia lieto di essere stato autorizzato a diffondere, per la prima volta e in esclusiva, degli estratti esemplificativi di tali bozze, uno per ognuna delle quattro sezioni che andavano a comporre il volume originale. (Cliccando sulle immagini potrete vedere una loro versione ingrandita).


Sezione 1 - Storia della Terra


Tutta la storia geologica del nostro pianeta dal paleozoico all'olocene.



Sezione 2 - Rocce e minerali


La classificazione delle rocce e la loro struttura e composizione chimica.



Sezione 3 - Teorie e protagonisti


Da Werner e Hutton e la guerra tra Nettunisti e Plutonisti a Carlo Forese Wezel e i nuovi paradigmi oltre la teoria delle placche.



Sezione 4 - Dizionario


Da Albedo a Vulcanismo, tutte le principali voci della geologia presentate in ordine alfabeto.


Commenti

  1. Eh che meraviglia!
    Ivano, tu sì che sei fonte inesauribile di sorprese :O
    Per la vicenda in sé, non commento :P

    RispondiElimina
  2. Davvero tu sei specializzato in questo? Wow.
    Comunque, che storia! Non ti sei innervosito per aver perso tutto? Ma tu non hai gli originali? Puoi sempre riproporre la cosa...

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Ammazza!
    Deve essere stato un grosso dispiacere, per me lo sarebbe stato. Però forse come dice Moz potresti appunto recuperare e rimettere insieme il materiale!

    RispondiElimina
  4. Non riesco a pensare a una beffa più atroce....
    Ma nemmeno una copia è rimasta? Nemmeno una per te?

    RispondiElimina
  5. @Tutti
    Scusate ragazzi, lo so che avrei dovuto aspettare il primo aprile per proporre questo post, ma dieci mesi sono lunghi a passare.
    E' tutto uno scherzo, non è mai esistito un libro del genere e io non sono neanche lontanamente uno dei maggiori esperti italiani di geologia. Sono solo un curioso della materia.
    La casa editrice Ediacara l'ho inventata stamani, così come la copertina che ho realizzato in cinque minuti scarsi utilizzando una mia foto.
    Adesso sono in imbarazzo, perché pensavo che sarei stato subito smascherato da qualcuno di voi. Avevo anche messo il tag "pseudobiblia" giusto per rendere meno credibile la cosa, ma a quanto pare sono stato ugualmente convincente.
    Chiedo umilmente perdono...

    RispondiElimina
  6. P.S. Le immagini sono schermate degli appunti di geologia che ho nel computer e che ho realizzato solo per mio uso e consumo.

    RispondiElimina
  7. In effetti mi sembrava un po' noioso come testo di divulgazione.... ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi però capire che questa era solo l'ossatura del libro. Nella veste definitiva i capitoli erano più discorsivi ^_^

      Elimina
  8. Ivano sei un burlone, tutta colpa di An e del suo aspetto da hippie (o Cristo compagnone o Concita Wurst insomma qualcosa fra qulle he gli sono state dette oggi)! :°D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, oggi è stata una giornata un po' strana. L'idea mi è venuta stamani dopo aver scritto il commento al post di Nick. Gli dicevo che un giorno sarebbe esistito un volume di lusso con la raccolta delle sue interviste, ciascuna preceduta dal relativo T.A. E' stato a quel punto che ho visualizzato "Il grande libro della geologia" e mi sono messo al lavoro.
      Non immaginavo però di essere stato così convincente ;D

      Elimina
  9. :O Nuoooo!
    Ok, allora domani doppia razione di blog novel ^_^ Grazie!
    P.S.: tempo fa hai disquisito di tettonica a zolle e altre teorie... ecco cosa non mi ha fatto dubitare. E poi, perché mai? Tu sei eclettico e misterioso!
    P.S.2: sulla blog non scherzo eh! Domani, doppia razione! Yeppa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti la geologia mi appassiona ed è vero che ne avevo già disquisito nel blog. Comunque sono tutt'altro che un luminare in materia... solo un appassionato qualunque.
      Doppia razione di blog novel mi sembra però una punizione eccessiva, Glò. Per me e per i lettori ;D

      Elimina
  10. Ecco quello che può dirsi "uno scherzo ben congegnato". Sappi che ci sono cascata in pieno anch'io e che stavo pensando a una risposta solidale per la tua disavventura! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni tanto un post un po' più leggero ci vuole, Luz, altrimenti il blog finisce per diventare un mattone :)
      Comunque anche questo post per me ha un suo significato, a cominciare dalla foto di copertina del libro che è una parte di ciò che si vede dal mio luogo magico per eccellenza.
      Poi il nome della casa editrice, con tutti gli echi che mi rimanda...

      Elimina
    2. Concordo! Ecco perchè ho appena inserito un post di motivazioni semiserie dalle mie parti. L'ironia è sempre indispensabile. :-)

      Elimina
    3. Domani passo a leggere ;-)

      Elimina
  11. Gli artifici letterari mi affascinano sempre. Però avresti potuto attribuirti un testo su un argomento più artistico letterario, che so, l'unica monografia esistente su Tyra Kleen
    :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei stato uno dei miei ispiratori per questo post, Ariano, il primo tra noi a fare di questi giochetti, anche se allo scoperto ;-)
      In effetti il libro su Tyra non sarebbe stato male da proporre. Ma anche questo, come ho scritto sopra a Luz, ha un suo perché...

      Elimina
  12. carino come scherzo, credibile...
    intanto hai snobbato la casa editrice che ti consigliai, ed invece hanno avuto un gran successo al Solone del libro
    http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/arte_e_cultura/15_maggio_19/libri-come-pizze-cosi-scampia-conquista-salone-torino-d3854b2e-fe4d-11e4-857b-5b0f0187bb74.shtml
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvya! Mi avevi consigliato di proporre alla casa editrice il mio romanzo (che comunque non è ancora ultimato), vero?
      Ho dato un'occhiata al loro catalogo e mi sembrano molto legati al territorio, come del resto anch'io lo sono al mio. Non a caso il romanzo che ho scritto è ambientato, a parte una parentesi parigina, in Toscana.
      Sono comunque troppo affascinato dall'esperienza dell'autopubblicazione per il momento per pensare di mandare il mio scritto a un editore. Con la possibile eccezione delle Edizioni Ediacara, s'intende ;)

      Elimina
    2. certo...come l' editore e/o che pubblica la Ferrante, scrive di Napoli, ma vabbè anche se loro sono a Roma, comunque partecipano allo strega...comunque la Marotta &Cafiero è stata una casa editrice con i controfiocchi e non penso tu sappia tutta la storia, questi due personaggi fantastici hanno praticamente " donato" ad un giovane scrittore di soli 24 anni (perché anziani) lui si radicato al suo territorio che, è Scampia, il mitico rione di Gomorra, e ne sta continuando la tradizione ma anche la sfida...hanno solo 8mila titoli ereditati.
      Ma mi sembra giusto che tu resti in Toscana o magari in Lombardia vedi mai ? buone cose :D

      Elimina
    3. Grazie Silvya. Altrettante buone cose :))

      Elimina
  13. Ahahaha che gran cazzaro!!! :)
    Bello scherzo, ci sono cascato alla grande perché non era improbabile, vista la tua cultura :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà mi sarei aspettato che la mia versione dei fatti fosse messa in dubbio fin dal primo commento, Miki.
      Ma in fondo è meglio che sia andata così, almeno abbiamo giocato un po' tutti insieme ;D

      Elimina
  14. Le burle di Ivano in diretta ogni sabato per tenervi compagnia con un sorriso. A seguire il televoto "Ivano è da picchiare?"
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più di un pesce d'aprile all'anno è difficile da gestire, Michele, anche fuori stagione ^^

      Elimina
  15. Davvero, molto divertente! :D
    Sono arrivato che avevi già svelato tutto, ma già leggendo l'anteprima ho sentito un certo straniamento... proprio non riuscivo a immaginarti come geologo! Però è una bella passione, mi piaceva studiarla a scuola. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io a scuola non l'ho mai avuta come materia, Salomon, ma sono affascinato dal tempo su larga scala, quello che si misura appunto in ere geologiche ;)

      Elimina

Posta un commento

I tuoi commenti sono l'anima del blog. Il mio grazie se vorrai lasciare una traccia del tuo passaggio.

Post popolari in questo blog

10 serie a fumetti che hanno scandito i miei anni '70

Il libro azzurro della fiaba - I sette libri della fiaba Volume 1

Ivan e Maria (Иван да Марья)

Vikings S03 E07-10: La presa di Parigi

Black & White & Sex Talks

Insieme Raccontiamo 17: Omaggio a Malpertuis

Henry Miller e me - Breve invito a un meme sull'autobiobibliografia