Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli puoi leggere la seguente Informativa estesa.

Il gioco concorso degli incipit (segnalazione)



Inauguro il mese di maggio del blog con la segnalazione di un'iniziativa il cui avvio avevo già avuto occasione di ritweettare e condividere su Google Plus nei giorni scorsi. La differenza è che oggi siamo entrati nel vivo della cosa e ho quindi deciso di affiancare ai social anche questo spazio.

Io ti avrei pubblicato. O forse no. è il titolo dell'iniziativa e il blogger scrittore Michele Scarparo il suo artefice (cioè, per la verità, ci sono dei rimandi a terze e quarte persone, ma non voglio complicarmi la vita e vi rimando a mia volta al suo blog per questi dettagli).

Tutto è in ogni caso partito da una considerazione: ci sono editori, o editor, che si ritengono in grado di decidere se pubblicare o meno un'opera attraverso la lettura del solo incipit.
Perché allora non provare a farlo anche noi, con un gioco-concorso dove gli incipit di autori pubblicati e magari famosi si alternano a casaccio con quelli di autori che pubblicati 
ancora non sono e chi vota deve scegliere quelli che preferisce?
L'iniziativa mi è piaciuta subito e subito vi ho aderito inviando due incipit, uno preso da un libro pubblicato e uno scritto da me. Naturalmente per il momento tengo segretissimi entrambi.

Aggiungo, per concludere, che il numero totale di incipit in gara è risultato alla fine di ventuno e che, cliccando su questo link, potrete 
accedere al post odierno del blog di Michele e leggerli tutti comodamente. 
E votarli.
Cosa aspettate?

Commenti

  1. Di saperlo..... mi ero pperrsa il post precedente :))))
    Vado subito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sarei mai aspettato che un gioco o un concorso potessero sfuggire al tuo occhio vigile, Patricia :O
      Ho visto però che hai già votato... chissà per chi ^^

      Elimina
  2. Partecipato! ^_^
    Ivano, stavo per partire con lamentazione, convinta che oggi fosse domenica :3
    Blog novel, blog novel, blog novel!!! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi hai inviato anche tu un incipit... Bene bene. Ma chissà chi vince, se un autore famoso o uno scrittore in fasce ^^
      La blog novel arriva puntuale domenica, salvo clamorosi (e nel caso spero positivi) imprevisti.

      Elimina
    2. A dire il vero ho soltanto scelto i tre incipit :P Non mi pareva ci fosse indicazione di inviare il proprio in questa fase!

      Spero per te che ci siano clamorosi e stupendi e positivi imprevisti, tutto il bene del mondo. MA! Io e Patricia domenica vogliamo la BN ^_^
      Buon week end Ivano!!! :D

      Elimina
    3. No, ma dal tuo commento avevo dedotto (male) che avevi inviato gli incipit in precedenza.
      Pensavo che persone come te o Patricia fossero al corrente dell'iniziativa. Forse avrei dovuto amplificarla nel blog fin dalla prima puntata, ma ormai è andata così.
      Comunque avete votato ed è già qualcosa.

      Per la BN che ne so, magari domani mi alzo con il mal di denti e non riesco a scrivere, ahaha!
      P.S. Sono trent'anni che non ho un mal di denti ^^

      Elimina
    4. Brava Glò!!!! Toccchiamogli il tempo dai..... se no ci vengono i capelli verdi!!!!!!! ahahahahahahh

      Elimina
  3. Non mi ci vedo a fare l'editor che sceglie il libro da pubblicare in base all'incipit... Più o meno come decidere se una donna è bella disponendo solo di una sua foto vista di spalle e con indosso una mantellina
    :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più o meno la penso anch'io come te. Però l'esperimento di Michele mi sembra comunque interessante oltre che divertente ;-)

      Elimina
    2. Grazie del rilancio e di aver partecipato :)
      È chiaro che l'incipit non fa il libro, altrimenti ci sarebbero diverse centinaia di pagine inutili dopo la prima, però è anche vero che spesso la prima impressione può essere quella che ci attira o respinge verso un testo (e anche verso le persone...).
      Il fatto è che l'incipit rimane comunque il biglietto da visita del libro, che vale la pena di comprendere il meglio possibile i suoi effetti, e che (ma questa è la cosa più importante) ci è sembrato un bel gioco da fare insieme.

      Elimina
    3. Grazie a te per lo spazio che ci hai messo a disposizione Michele :)
      Pensa che io, come ho scritto anche in un commento al post sull'argomento di Maria Teresa non ho mai letto un incipit prima dell'acquisto di un libro. Baso su altro le mie prime impressioni e si può dire che da questo punto di vista io abbia partecipato al tuo esperimento da outsider. Comunque è utile sapere, per chiunque scriva, che ci sono invece lettori o professionisti del settore che gli danno grande importanza.

      Elimina
  4. Risposte
    1. Neanche tu hai partecipato, Ferruccio?

      Elimina
  5. L'incipit è come le puntate pilota delle serie tv: può promettere tanto per poi non trovare risposta alcuna nello svolgimento della trama come può dir poco, accennare per poi nascondere, invece, tanti tesori qualche pagina più in là!
    Secondo me il criterio secondo cui gli editor decidono cosa pubblicare e cosa no in base all'incipit penso sia l'effetto-presa che ha sul lettore ad un livello immediato: se fa presa/incuriosisce viene letto, o almeno acquistato dato che solitamente gli estratti leggibili sul web mi pare siano tratti proprio dagli incipit, ma è più una teoria economica che qualitativa! :°D

    Detto questo appena posso ci faccio un giro e vedo quale incipit 'fa presa'! :°D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo pensato anch'io a qualcosa di simile, Alessia. Che l'attuale sopravvalutazione dell'incipit dipenda in gran parte dal fatto che gli estratti web sono di norma degli incipit o comunque l'incipit è la prima cosa che ti trovi davanti.
      Con il cartaceo hai invece la possibilità, come faccio io, di fregartene dell'incipit e leggere magari qualche riga più avanti nel libro - che rende sicuramente meglio l'idea del suo contenuto.
      Sicuramente, come dici tu, il marketing c'entra molto in questa ricerca dell'incipit a effetto.

      Buon viaggio tra gli incipit comunque. Sarei curioso di sapere quali ti hanno 'presa'. Magari, a gioco finito, si potranno scoprire le carte ;D

      Elimina
    2. Votato!! :D Quando sarà finito te li svelerò!

      Elimina
  6. Molto interessante! Vado a curiosare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena in tempo! Mancano solo un paio di ore alla chiusura delle votazioni...

      Elimina
  7. Arrivata troppo tardi per votare... però devo ammettere che mi sarebbe stato difficile scegliere tra i 5 che mi hanno incuriosito.
    Ti auguro di essere tra i vincitori, forse ho capito qual'è uno dei tuoi scritti, sono curiosa di vedere se ho indovinato :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi toglierti la curiosità fin da subito, Anna Maria, perché ho già svelato i miei due invii sul post odierno del blog di Michele :-))

      Elimina
    2. Ma bellissimo!!! Sei tra i vincitori, complimentoni... Però io non avevo indovinato, pensa un po' ho creduto fosse il 15, bello il tuo brano.

      Elimina
    3. Avrei proprio scommesso sul 15 invece è il 17, leggendo il tuo brano ho avuto il Jet lag della ex camera delle mie figlie, quando erano ancora a casa mia ;-)

      Elimina
    4. Il vero vincitore non sono io, Anna Maria. Io ho fatto solo da portavoce dell'immensa Silvya Plath ;D
      Devo andare a controllare qual è il 15 perché adesso non mi ricordo e vedere se indovino perché lo avevi attribuito a me ^^
      Ciao a presto!

      Elimina

Posta un commento

I tuoi commenti sono l'anima del blog. Il mio grazie se vorrai lasciare una traccia del tuo passaggio.

Post popolari in questo blog

10 serie a fumetti che hanno scandito i miei anni '70

Il libro azzurro della fiaba - I sette libri della fiaba Volume 1

Ivan e Maria (Иван да Марья)

Black & White & Sex Talks

Insieme Raccontiamo 17: Omaggio a Malpertuis

Henry Miller e me - Breve invito a un meme sull'autobiobibliografia

Il meme sull'autobiobibliografia - post di aggiornamento