Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli puoi leggere la seguente Informativa estesa.

Incantesimi cinemusicali / 3: Come little children




Il brano musicale che presento oggi, Come Little Children, è tratto da una produzione Disney del 1993, Hocus Pocus, film fiabesco-sentimentale con sfumature horror, rivolto essenzialmente a un pubblico di adolescenti ma godibile da grandi e piccini, ed è una canzone che ha tra le sue caratteristiche quella di essere utilizzata, da Sarah, una delle tre streghe protagoniste, proprio come incantesimo.
Hocus Pocus, per chi non lo avesse visto, è un film piuttosto ben fatto, con una buona resa, tipicamente disneyana, degli elementi magici e fiabeschi, ed è considerato da molti uno dei migliori (se non addirittura il migliore) tra i film ambientati nella notte di Halloween.
Il suo difetto principale è, a mio avviso, una certa frenesia registica, purtroppo tipica di troppi film del mainstream americano. Il regista sembra dirigere come se avesse alle calcagna un branco di lupi famelici e purtroppo, a causa sua o degli addetti al montaggio, va in gran parte sprecato anche l'effetto della bellissima Come little children.
La canzone infatti, come potrete constatare guardando il video, viene affossata dopo poco più di quaranta secondi, e relegata a fare da sfondo all'azione del film. Solo nel finale della scena il brano riemerge, ed è pur meglio di niente, con una suggestiva coda musicale.
Aggiungo solo, prima di lasciarvi alla mercé dell'incantesimo, che l'interprete vocale del brano è la stessa Sarah Jessica Parker, l'attrice che nel film veste i panni della strega Sarah.



Per quanto riguarda invece la composizione del brano, pare che la musica (capirete in seguito perché "pare") sia di James Horner, famoso realizzatore di colonne sonore. Il testo invece è di... è di... di chi?
Ecco, in realtà la storia a questo punto si complica terribilmente e comincia perfino a odorare di mistero, perché quando ho scoperto su un sito internet che il testo del brano risultava essere una poesia di Edgar Allan Poe, il mio senso di ragno ha cominciato a pizzicare all'impazzata. Possibile?, mi sono chiesto. Possibile sì, ma strano. Ho allora deciso di indagare più a fondo.
Il risultato? Una confusione totale. Almeno fino a quando ho scoperto l'esistenza di questo libro:




Sono così venuto a sapere che l'autore del libro, D. Melhoff, si è trovato in una situazione simile alla mia, solo che nel suo caso non poteva permettersi di prendere le cose troppo alla leggera. Avendo infatti appena iniziato a scrivere il suo romanzo e volendo ripubblicare nelle sue pagine i versi della poesia o canzone, il suo interesse principale diventava, a quel punto, capire se i versi fossero stati scritti appositamente per il film oppure se erano versi di pubblico dominio che lui poteva utilizzare senza problemi. Perché, come racconta lui stesso, l'ultima cosa che voleva era rischiare di avere a che fare con l'ufficio legale del "Big Mouse" e i suoi avvocati.
Solo che anche a lui le ricerche su Google davano gli stessi risultati contraddittori che hanno dato a me: una parte dei siti sosteneva che i versi erano di Edgar Allan Poe, mentre altri siti raggiungevano altre conclusioni.

Inoltre, mentre nel film Sarah canta semplicemente:

Come little children,
I'll take thee away, Into a land
Of enchantment.

Come little chlidren,
The time's come to play,
Here in my garden
Of magic.


La versione che circolava, e circola tuttora, in internet è molto più lunga:

Come little children,
I'll take thee away, Into a land
Of enchantment.

Come little children, 
The time's come to play,
Here in my garden
Of magic.

Come little children,
I'll take thee away, Into a land
Of enchantment.

Come little children,
The time's come to play,
Here in my garden
Of shadows.

Follow sweet children,
I'll show thee the way,
Through all the pain
And the sorrows.

Weep not poor children,
For life is this way,
Murdering beauty and
Passions.

Hush now dear children,
It must be this way,
To weary of life and
Deceptions.

Rest now my children,
For soon we'll away,
Into the calm and
The quiet.

Come little children,
I'll take thee away,
Into a land
Of enchantment.

Come little children,
The times come to play,
Here in my garden
Of shadows.

* * *

La differenza più evidente era però rappresentata, sottolinea Melhoff, dalla parola 'magia' che diventava 'ombre' nei versi supplementari.
Quindi, si chiese lo scrittore, qual era la versione originale? Un sacco di gente sosteneva che la poesia era stata scritta da Edgar Allan Poe. Tuttavia, gli appassionati di Poe pensavano che fosse una tesi ridicola, perché lo scritto non era presente nella sua opera omnia ufficiale e non si adattava al suo stile.
Altre persone ancora, continua Melhoff, sostenevano invece che fosse una creazione originale di Brock Walsh, i cui credits per Hocus Pocus citati nel sito IMDB includono Chants and Incantations, come anche i testi di Sarah's Theme e Come Little Children.
A quel punto Melhoff decise di contattare Brock Walsh.
Anche se poi in realtà contattò per primo John Debney, poiché era lui accreditato ufficialmente come autore della musica di Hocus Pocus. Ma Melhoff scoprì che Debney era entrato a far parte del progetto solo in un secondo tempo, quando già era stato scritto Sarah's Theme. Il compositore originale era invece James Horner.
Così Melhoff cercò di contattare Horner, ma il suo agente gli disse che era stato Debney a ottenere il credit finale sulla musica, e che era meglio che si rivolgesse agli studi Disney.

Commenta ironico Melhoff:
In altre parole: "Siamo spiacenti , ma il signor Horner è troppo occupato a comporre il suo prossimo trionfo agli Academy Awards per rispondere a una domanda su una melodia che potrebbe o no aver scritto lui per un paio di streghe nel 1993".

Quando poi Melhoff chiese finalmente a Mr. Walsh se fosse lui l'autore originale del testo, o se aveva ragione internet a dire che era Poe lo scrittore, la risposta di Walsh fu che il testo era stato scritto da lui in tandem con James Horner. Aggiunse però la richiesta di avere in visione i versi supplementari.
Melhoff pensava a questo punto di avere risolto il problema, solo che quando poi mostrò a Brock i versi supplementari, saltò fuori che non li aveva scritti lui.
I due unirono le forze e scoprirono un'artista di nome Kate Covington che ha un canale YouTube chiamato Erutan Music. Aveva fatto una cover della canzone e disse di essere la persona che aveva cambiato la parola "magia" in "ombre".
Neanche lei però conosceva l'origine dei versi supplementari.

Potete ascoltare qui la bella cover, con il testo "lungo", di Kate Covington:



* * *

Alla fine, per fortuna, Melhoff ha ottenuto il permesso di ripubblicare i versi, con la specifica di accreditare così:
Testo basato sul poema Come Little Children di Edgar Allan Poe
Testo aggiuntivo di Brock Walsh
Musiche di James Horner

Ora, tutto è bene quel che finisce bene, ma questa ha tutta l'aria di una soluzione costruita ad arte per dare un colpo alla botte e uno al cerchio, e accontentare tutti.
Lo stesso D. Melhoff sembra pensarla così, e termina il resoconto della sua odissea con la preghiera di scrivergli nel caso qualcuno fosse a conoscenza di dettagli a lui ancora oscuri. (In fondo alla pagina trovate i riferimenti al suo sito).
Per quanto riguarda me, invece, sono soprattutto incuriosito dall'attribuzione dei versi a Poe, ma anche, devo dire, dal romanzo. Per il momento mi sono astenuto, per mancanza di tempo, dal leggere trama e recensioni, ma conto di rimediare al più presto.




References


D. Melhoff, Who really wrote the poem "Come Little Children"? In: D. Melhoff Official Site (20 agosto 2013)

Per il testo integrale del poema e l'mp3 della cover di Kate Covington: Children of the night (16 luglio 2012)

Commenti

  1. Una soluzione... disneyana! :)
    Però dai, ci sta...
    Hocus Pocus è un bel po' che non si vede in tv.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so, Miki, Hocus Pocus non l'ho mai visto in tv... ho il dvd :) Comunque continuerò a studiare il caso e se ci saranno novità farò aggiornamenti al post. Grazie per il commento :)

      Elimina
    2. Grazie a te per queste curiosità e... un abbraccio al gusto di speck, emmenthal, pomodoro e salsa cocktail XD

      Moz-

      Elimina
  2. Non ho capito.. ma Poe chi è che lo ha tirato in ballo? Mi sembra talmente strano possa essere lui l'autore di quei versi. Tutta la vicenda in sé fa un po' riflettere.. c'è qualcosa che non mi quadra, come se qualcuno cercasse di nascondere un plagio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' questo il punto, TOM, nessuno sembra sapere chi ha tirato in ballo Poe. E sembra anche impossibile risalire all'origine della poesia nella versione "lunga". Insomma, è un mistero con i fiocchi. Sono benvenute tutte le ipotesi...

      Elimina
  3. Oh no! Allora ho visto un film con Sarah Jessica Parker!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo film SJP è un bel vedere! In altri ruoli non ce l'ho presente.

      Elimina
    2. Sì, me la ricordo infatti, non era male. Ciò non toglie che... eeuh!

      Elimina
    3. Ho controllato su IMDB. Degli altri film che ha fatto ho visto solo i due di Tim Burton, ma non saprei esprimere un giudizio così su due piedi.

      Elimina
    4. Sex and the City. Ho detto tutto.

      Elimina
    5. Immagino di sì, ma di Sex and the City ho visto solo un paio di episodi alla tv svedese nell'ormai lontano 2005. Rimossi.

      Elimina
  4. Adoravo Hocus Pocus e la canzone cantata da Sara! Certo che quanto hai riportato ha dell'incredibile! ;D Io credo che rimarrà un mistero e questo rende la canzone ancora più affascinante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Carol :). Concordo con te sull'idea che il mistero aggiunga ulteriore fascino alla già bellissima canzone. Però anche cercare di dipanarli i misteri è una sfida appassionante, no?

      Elimina
    2. Ti ringrazio ;) Be' tienici aggiornati!

      Elimina
    3. Grazie mille a te ;)
      Keep in touch:)

      Elimina

Posta un commento

I tuoi commenti sono l'anima del blog. Il mio grazie se vorrai lasciare una traccia del tuo passaggio.

Post popolari in questo blog

10 serie a fumetti che hanno scandito i miei anni '70

Il libro azzurro della fiaba - I sette libri della fiaba Volume 1

Ivan e Maria (Иван да Марья)

Black & White & Sex Talks

Henry Miller e me - Breve invito a un meme sull'autobiobibliografia

Il meme sull'autobiobibliografia - post di aggiornamento

Vikings S03 E07-10: La presa di Parigi