Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli puoi leggere la seguente Informativa estesa.

Riposo dolce riposo?



Il Natale è alle porte e molti blogger già si sono abbandonati placidamente al flusso della corrente rallentata di questo periodo prefestivo. C'è che si concede post 'leggeri' e chi fa bilanci. Nessuno, almeno tra quelli che seguo, ha ancora abbassato del tutto la saracinesca, ma è chiaro che più di uno si appresta a farlo. Anch'io mi prenderò qualcosa di somigliante a una pausa, e per di più lunga tutto il periodo delle festività, ma sarà appunto una similpausa. Per almeno due motivi.

Prima di tutto mi dedicherò a mettere un po' di ordine. Nell'ultimo periodo in particolare, ho avuto molti impegni e tutto il tempo che ho dedicato al blog l'ho dovuto riservare alla stesura dei post trascurando tutto il resto. Le pagine statiche per esempio, le ho lasciate andare alla deriva in un modo che posso solo definire definire 'scandaloso'.
Quindi, compito numero uno: dare una veste definitiva alle pagine statiche e aggiornarle tutte al post più recente. Ma anche, proposito numero uno: aggiornarle d'ora in poi a ogni nuovo post, senza più perdere il ritmo.
Ho poi scoperto di essermi fatto fregare dal meccanismo del WYSIWYG.
What You See Is What You Get. Lavorare a vista: Quello che vedi è quello che ottieni. Il punto è che in questo modo ho sì ottenuto sul pc quello che vedevo, ma non sui dispositivi mobili, come ho avuto modo di verificare di recente.
Quindi, compito numero due: applicare un po' di clear e float qua e là nel codice dei vari post, salvo nei più recenti dove ho smesso di seguire il metodo WYSIWYG.
Per terzo devo invece riordinare le etichette, che sono cresciute in ordine sparso. Ha senso per esempio avere sia l'etichetta 'fiaba' che l'etichetta 'fiabe e racconti'? Non sono sicuro di saper rispondere a questa domanda, ma se voi siete in grado sono tutt'orecchie.
Tutto questo che ho scritto, più altre cosette minuscole che vi risparmio, riguarda il primo motivo del perché la mia pausa non sarà una vera pausa.

Il secondo motivo ha risvolti per fortuna più positivi. Almeno per me, ma spero anche per voi.
Ho deciso, anziché condannare il blog a due settimane di quiescenza totale, di dare vita alla


Quel che farò sarà in realtà molto molto semplice, almeno nelle intenzioni. A cominciare dal 24 (o forse 25) c.m. e fino al 6 gennaio, aggiornerò ogni giorno il blog con un mini post che conterrà una canzone tra le mie preferite, accompagnandola da poche (meglio pochissime) righe di presentazione.
In questo modo mi procurerò il tempo necessario a fare i lavori di restauro che vi ho descritto sopra, continuando però a rendervi partecipi delle cose che più amo. In fin dei conti non è che io abbia fatto finora, con il mio blog, qualcosa di troppo diverso.
Siete naturalmente tutti invitati, aficionados ma anche non, a seguirmi in questa deviazione di percorso, che cercherò di rendere il più possibile interessante e/o sorprendente.

P.S. Da ieri, mentre scrivo queste righe, la mia sedia traballa sotto le scosse di terremoto. Se scrivessi a mano, alcuni di questi caratteri li vedreste forse tremolanti.

* * *

L'immagine in alto sotto il titolo è: Ophelia di John Waterhouse (1889)

Commenti

  1. Restaurare a tempo di musica con terremoto in corso...avventuroso! Speriamo che la terra si calmi! seguirò con interesse i tuoi intermezzi musicali :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marcella :)))
      A parte due o tre scosse abbastanza forti, l'attività sismica è stata leggera. Il più delle volte si sente solo da sdraiati o seduti. E io abito a soli venti chilometri dall'epicentro.
      Ho ballato decisamente di più con il terremoto dell'Emilia del 2012. In quel fine settimana ero a Rimini :P

      Elimina
  2. Ho visto del terremoto, e io che l'ho vissuto so che noia è trovarcisi -.-
    Comunque... ti darai alle sistemazioni natalizie... bene bene! Non vedo l'ora di conoscere le tue canzoni preferite!!
    Buone Feste e buon rinnovo blog!
    P.s. che roba è il clear e float? Oo

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Clear e Float sono comandi CSS e servono a posizionare correttamente i vari elementi nella pagina. Con il Clear interrompi le istruzioni date in precedenza e con il float dai le nuove istruzioni di posizionamento.
      Grazie e buone feste a te, Miki :D Non so se abbiamo gusti musicali compatibili, ma sarà divertente scoprirlo ^_^

      Elimina
    2. Di sicuro non abbiamo gusti tecnologici simili XD

      Moz-

      Elimina
    3. Ripensavo a Muscolo rosso e alla Lecciso ^^

      Elimina
  3. Ciao Ivano, speriamo che queste scosse smettano e tutto si sistemi (come si può sistemare in un Paese a rischio sismico di un certo livello)

    Per il resto, sono proprio curiosa di scoprire che musica ami.
    Per il rinnovo del blog.... capito.... niente! ma fa lo stesso, tanto lo devi fare tu! :))))
    E lo posso dire visto che anche Miki ti chiede spiegazioni su clear e float....
    Ciao e buone feste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' già qualche ora che non sento scosse, anche se per la verità sono stato poco in casa nel pomeriggio.
      Riguardo alla musica si tratterà, come suggerisce il titolo dell'operazione, delle canzoni che amo.
      E dai, almeno le pagine statiche e le etichette sono sicuro che sai cosa sono. Per clear e float ti rimando invece alla risposta a Moz ;-)
      Buone feste a te! Comunque entro il 24 pubblicherò un post augurale collettivo per tutti voi.

      Elimina
  4. Un accompagnamento musicale è adattissimo a questi giorni festivi.
    Verrò sicuramente a curiosare, se tutto va bene standoti più vicino anche geograficamente visto che - salvo imprevisti - dovrei trascorrere la fine dell'anno nella mia amata Montecatini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea è di presentare almeno un settore del mio juke box ideale ^^
      Sapevo della tua passione per Montecatini. E' a causa dell'animazione della sua vita by night?

      Elimina
  5. Terremoto? O.o
    Io ho avuto l'Etna che faceva vibrare le finestre quest'estate procurandomi tante fantasticherrime ore di insonnia! :°D
    Comunque io ci sono e ti seguo, soprattutto perché adoro la musica e potrei cogliere spunti per scoprirne di nuova, quindi 'here I am'!!
    E sì, facendo tante cose il blog spesso si incasina non poco, anche io faccio spesso attenzione alle etichette!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da ieri pomeriggio non avverto più scosse. Forse è già tutto passato :)
      Sono felice di sapere che 'you will be here' anche per l'operazione juke-box :D Nella scelta dei brani privilegerò la qualità delle musiche e/o dei testi.
      Sì, anche perché la scrittura del codice in automatico di blogger è tutt'altro che pulita. E' sempre bene intervenire manualmente. Il completamento delle pagine statiche poi lo rimando da mesi. Questo periodo natalizio cade a fagiuolo ^^.

      Elimina
  6. Terremoto a parte -_- non vedo l'ora che cominci la "fase musicale" *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Glò ^_^ Questione di tre o quattro giorni oramai.
      Mi piacerebbe piazzare prima un altro paio di post 'normali', ma non so se troverò il tempo per scriverli.

      Elimina
  7. Un post al giorno dal 24 al 6? Anche se di post semplici si tratterà, questo mi pare un serio sintomo da dipendenza da blog... eheheh!
    Mettere in ordine le etichette si direbbe un'impresa al limite del sovrumano. Io ho risolto mettendo l'elenco in fondo alla pagina, dove nessuno va a vedere. Il prossimo passo sarà quello di farle sparire del tutto (tanto non credo che qualcuno se ne serva).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea di lasciare il blog all'asciutto di post pur continuando ad avervi a che fare tutti i giorni non mi piaceva per niente. Certo, se fossi andato in vacanza alle Bahamas avrei abbassato la serranda senza troppi problemi ^^
      Le etichette sono teoricamente sostituibili con le pagine statiche, ma mi sembra che non tutti si accorgano dell'esistenza di tali pagine. (Ahia, si balla di nuovo... un'altra scossa di terremoto!). Per ora ho risolto mettendo in vista solo le etichette principali. Dovrei però trovare un modo per comprendere tutti o quasi i post nelle etichette in vista ma non so se sarà possibile.

      Elimina
    2. @TOM: sicuro che nessuno vada a leggere a fondo pagina ? U_U
      @ ivano: la prima cosa che faccio quando trovo un nuovo blog è scrutarlo in ogni dove :D anche nelle pagine ma col tempo poi ci si dimentica della loro esistenza

      Elimina
    3. Secondo me più possibilità si forniscono per il recupero dei post arretrati - archivio, pagine statiche con indici, etichette - meglio è.

      Elimina
  8. Risposte
    1. In questo caso sono solo un umile divulgatore di note altrui ;-D

      Elimina
  9. Ho avuto a che fare con il famigerato terremoto del 1980 dell' Irpinia e so che non è per niente piacevole.
    Forza e coraggio amico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nick, ma il terremoto di cui parli tu era tutt'altra cosa. Le scosse di questo in confronto son bruscoletti!
      Poi, anche se la terra continua a tremare tuttora, mi sono trovato in una situazione peggiore in Emilia-Romagna nel 2012.

      Elimina
  10. Molto carina questa idea di un brano musicale al giorno.
    Sul terremoto non dico nulla perché non c'è nulla da dire, so cosa si prova in quei momenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comincio domani con il post con le prime due canzoni (lato A e lato B). Ma già oggi offrirò un aperitivo con gli auguri di Buone Feste ;D

      Elimina

Posta un commento

I tuoi commenti sono l'anima del blog. Il mio grazie se vorrai lasciare una traccia del tuo passaggio.

Post popolari in questo blog

10 serie a fumetti che hanno scandito i miei anni '70

Il libro azzurro della fiaba - I sette libri della fiaba Volume 1

Ivan e Maria (Иван да Марья)

Black & White & Sex Talks

Vikings S03 E07-10: La presa di Parigi

Insieme Raccontiamo 17: Omaggio a Malpertuis

Henry Miller e me - Breve invito a un meme sull'autobiobibliografia