Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2021
Questo sito utilizza cookie di Google e di altri provider per erogare servizi e analizzare il traffico. Il tuo indirizzo IP e il tuo agente utente sono condivisi con Google per le metriche su prestazioni e sicurezza, per la qualità del servizio, generare statistiche e rilevare e contrastare abusi. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie e il trattamento dati secondo il GDPR. Per maggiori dettagli leggere l'Informativa estesa.

Ritorno al Chautauqua: Scienza tradizionale e scienza profana /2

Immagine
  La differenza fondamentale che separa l'insegnamento iniziatico, e più in generale ogni insegnamento tradizionale, dall'insegnamento profano: quanto è semplicemente "appreso" dall'esterno è qui senza alcun valore, quale che sia la quantità delle nozioni a questo modo accumulate (perché anche in ciò appare nettamente il carattere quantitativo del "sapere" profano); quello che conta è di risvegliare le possibilità latenti che l'essere porta in se stesso (ed è questo in fondo il vero significato della "reminiscenza" platonica).  René Guénon, Il Regno della Quantità e i Segni dei tempi . La parziale svalutazione della matematica operata da Aristotele , che si accompagnava in lui a un'analoga svalutazione della dialettica, trovò ampia eco nei suoi commentatori, e raggiunse una sorta di apoteosi nel Rinascimento con  Giovanni Pico della Mirandola  (1463-1494), che nelle sue Novecento tesi  dichiarò senza mezzi termini che "le matematic