Questo sito utilizza cookie di Google e di altri provider per erogare servizi e analizzare il traffico. Il tuo indirizzo IP e il tuo agente utente sono condivisi con Google per le metriche su prestazioni e sicurezza, per la qualità del servizio, generare statistiche e rilevare e contrastare abusi. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie e il trattamento dati secondo il GDPR. Per maggiori dettagli leggere l'Informativa estesa.

Là dove non passa il pass

 


Tra le innumerevoli figure grottesche e patetiche che si aggirano in questo tempo infame come nessun altro - il tempo del delirio sciento-tecnocratico - credo che non ve ne sia una più grottesca e patetica dell'insegnante di scuola munito di green pass, ovvero del lasciapassare simil-nazista.

Per questo non potevo non rilanciare oggi, per i più distratti, lo splendido discorso di questa studentessa. Dubito che gli ottenebrati figuri di cui sopra ne facciano tesoro, ma la speranza, si sa, è l'ultima a morire.



Nota: I commenti sono stavolta possibili, ma in questo spazio non vige libertà di parola. Qualunque commento che, anche lontanamente, faccia apologia filogovernativa o filovaccinista sarà rimosso nel minor tempo possibile.

Commenti

  1. Manco a farlo apposta, ho condiviso il video su Twitter meno di un'ora fa, con questo commento:
    Che schifo!
    Ai miei tempi li avrei massacrati di botte tutti, quando me ne fregavo delle conseguenze.
    Pecore che si comportano come lupi!

    Ovviamente mi riferivo ai suoi colleghi studenti.
    Anche se frequentando la facoltà di psicologia, avrei vinto facile. Un covo di zecche prime vi massa muscolare, mentre io ero palestrato e praticavo un po' di thai box 😝
    All'entrata c'era una targa che diceva: in questa facoltà è vietata ogni forma di fascismo.
    Mi chiedo se oggi, con la vile tessera fascista, valga ancora o lo abbiano rimosso 🤔
    Qualcosa mi dice di no e che si stiano comportando come i colleghi di questa povera (ma eroica) studentessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Emanuele e grazie per il commento. Ai miei tempi, se avessero osato proporre il green pass per accedere alle aule universitarie tutti gli istituti sarebbero stati dati alle fiamme. Altri tempi.

      Elimina
  2. In altri tempi avrei detto che i giovani sono il futuro ma, a parte rare eccezioni come quella di questa ragazza (nemmeno i cani in chiesa vengono allontanati in questa maniera), noto una preoccupante latitanza di chi dovrebbe avere a cuore le sorti di questo paese più di chiunque altro. Eppure dovrebbe essere ormai evidente che viviamo in un'epoca che non ha precedenti nemmeno lontanamente simili in tutta la storia della Repubblica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Obs e grazie anche a te per il commento. Purtroppo l'informazione mainstream ha sovrapposto una realtà fantasma alla situazione reale e la gente crede a quella, non a ciò che ha sotto gli occhi.

      Elimina

Post popolari in questo blog

Non ho dimenticato... Alessandro Momo /2 di 2

10 serie a fumetti che hanno scandito i miei anni '70

Non ho dimenticato... Alessandro Momo /1 di 2

Vikings S03 E07-10: La presa di Parigi

Il libro azzurro della fiaba - I sette libri della fiaba Volume 1

Sette opere d'arte per sette poesie

Ivan e Maria (Иван да Марья)